menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La visita dell'assessore D'Amato e del sindaco Sanna al 17enne di Segni pestato di botte

La visita dell'assessore D'Amato e del sindaco Sanna al 17enne di Segni pestato di botte

Colleferro, Sanna e D'Amato visitano il 17enne pestato di botte: "Lorenzo è fuori pericolo"

Operata al 'San Giovanni' di Roma la vittima dell'aggressione in centro. Per il ragazzo di Segni frattura di mandibola e naso, contusioni varie e probabile trauma cranico. Arrestati un 18enne e un 19enne per lesioni gravissime. Rivissuto l'incubo di Willy

Alle 18 di ieri, sabato 17 aprile 2021, la città di Colleferro (Roma) ha rivissuto l’incubo del 6 settembre 2020, quando un tremendo pestaggio costò la vita a un 21enne di Paliano (Frosinone) che aveva tutta la vita davanti: Willy Monteiro Duarte.

A distanza di sette mesi e mezzo, l’aggressione di un 17enne di Segni in pieno centro, lungo Corso Turati, da parte di due giovani colleferrini, un 18enne e un 19enne. Individuati e fermati nella serata di ieri dalla locale Polizia, per loro la Procura di Velletri ha richiesto la convalida dell’arresto per lesioni gravissime in concorso.

All’aggredito, finito subito in pronto soccorso, sono stati spaccati naso e mandibola. Ha contusioni su tutto il corpo e, con tutta probabilità, un trauma cranico. In nottata il trasferimento e l’operazione presso l’ospedale San Giovanni di Roma. Lì ha ricevuto in mattinata la visita del sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna e dell'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato. Non è mancato anche il sostegno morale del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti

++ Articolo aggiornato alle 14.45 ++

La visita del sindaco Sanna e dell'assessore D'Amato: "Lorenzo è fuori pericolo"

Dal sindaco Sanna, nell’immediato, l'invito a farsi avanti a testimoniare e una dura condanna: “È un fatto gravissimo e inaccettabile, che fa venire i brividi alla nostra Comunità. Giovani che picchiano un giovane minorenne di giorno, su Corso Turati e scappano, non possono rimanere impuniti”. 

In mattinata la visita in ospedale dello stesso Sanna assieme all'assessore D'Amato "per sincerarsi dello stato di salute del giovane Lorenzo - ha dichiarato quest'ultimo via social - È fuori pericolo e costantemente monitorato dall'equipe medica di neurochirurgia e chirurgia maxillo facciale del San Giovanni".

Il presidente Zingaretti: "Dopo la tragedia di Willy, siamo ripiombati nell'incubo"

Anche il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, facendo sapere di aver chiamato Sanna e di essere in contatto costante con lui, ha espresso "sostegno a Lorenzo - ha postato via social - Dopo la tragedia di Willy Monteiro, siamo ripiombati nell'incubo. Questa volta, per fortuna, si è evitato il peggio. Grazie alle forze dell'ordine per aver individuato i responsabili. La nostra comunità deve restare vigili e continuare a mobilitarsi per isolare i violenti".  

Il sindaco di Paliano: "Allora non abbiamo capito nulla, nulla è servito"

"Allora non abbiamo capito nulla, nulla è servito - commenta Domenico Alfieri, sindaco della cittadina di Willy Monteiro - Sono sconfortato, deluso e amareggiato. Da ieri sono tempestato di telefonate della stampa locale e nazionale. Scusate ma non ho ne la voglia ne la forza di rispondere a nessuno e di commentare l’accaduto. Mi sembra di rivivere un incubo. Penso che non sia il momento dei riflettori o dei commenti. È solo il momento di riflettere profondamente".

VIDEO | Picchiato e bullizzato per un complimento di troppo

La Polizia di Colleferro sul luogo dell'aggressione del 17enne di Segni-4

Il sindaco di Colleferro: "Non avrei mai pensato di riprovare certe sensazioni"

"Non avrei mai pensato di riprovare certe sensazioni, di risentire un nodo alla gola così stretto - ha postato via social in mattinata il primo cittadino di Colleferro - Ieri sera alla fine ci sono andato personalmente in Ospedale, assieme al Sindaco di Segni Piero Cascioli. Ci siamo accertati che il giovane partisse immediatamente per il San Giovanni e che la mamma potesse andare con lui, dopo che lo splendido personale del Pronto Soccorso aveva già stabilizzato la situazione".

"Con la mamma - fa sapere poi - siamo stati fino a che non è arrivata l’ambulanza che poi è partita per Roma; sono riuscito a parlare anche un po’ con lui, a fatica. Un ragazzo ferito nell’orgoglio che resisteva al dolore con atteggiamento stoico, che si sottoponeva al tampone nonostante il dolore che provava sul viso tumefatto. Avrei voluto stringerlo ma non era possibile: ho cercato di fargli capire che eravamo tutti con lui e che 'tutti' significa comunità".

"Non so se il Covid ha peggiorato o meno la situazione ma ripeto che quanto è accaduto non si può accettare - va avanti - Ringrazio e mi congratulo con la Polizia di Stato per l’ottimo lavoro svolto nell’assicurare alla giustizia i responsabili. So che anche la Polizia Locale ha dato una mano e ne sono orgoglioso. Se fossero scappati sparendo, i responsabili avrebbero macchiato ancor di più l’onore della nostra Colleferro".

"Assieme al Sindaco di Segni, raccogliendo l’appello della Polizia di Stato - conclude - invitiamo tutti i cittadini che hanno assistito alla scena a recarsi in caserma per testimoniare sull’accaduto: la vostra testimonianza è e sarà preziosa affinché si possano chiarire le dinamiche".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Frosinone, oggi si festeggia "Santa Fregna"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Frosinone, “CicchiAMO”

  • Eventi

    Alla scoperta di Ferentino sconosciuta

  • Eventi

    Ciaspolata su Colle Le Lisce e Monte Cotento

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento