menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Casa tetto rovinato

Casa tetto rovinato

Colleferro, città in ginocchio per il temporale. Case scoperchiate ed alberi caduti su palazzine

E’ arrivato all’improvviso come un grosso sterminato nuvolone nero che dal sud della Ciociaria ha invaso, dopo essere stato preceduto da lampi e tuoni, le zone a sud della capitale.

E' arrivato all'improvviso come un grosso sterminato nuvolone nero che dal sud della Ciociaria ha invaso, dopo essere stato preceduto da lampi e tuoni, le zone a sud della capitale.

Il violento acquazzone ed il vento forte di oggi verso le 17 hanno provocato diversi danni soprattutto a Colleferro, dove ci sono state strade allagate soprattutto dalle parti di Via dei Pioppi e case scoperchiate allo Scalo (in foto quella di via Romana 80), ed un grosso albero si è abbattuto su un palazzo in via Leonardo Da Vinci, subito sopra la centralissima Piazza Italia. Sul posto per ripristinare la situazione i vigili del fuoco di Colleferro, la Polizia Locale ed il primo cittadino Pierluigi Sanna che prontamente ha seguito l'evolversi della situazione. Solo verso le 18 dopo oltre un mezzora di paura la situazione è pian piano tornata alla normalità.

Via Casilina è stata chiusa per venti minuti di fronte alla cittadella della sicurezza con il traffico deviato perchè l'acqua aveva superato il metro di altezza, inoltre 6 auto sono rimaste bloccate dall'acqua nel piano interrato del parcheggio della Stazione FS.

Si segnalano danni anche all'interno del Monumento Naturale della Selva di Paliano dove nel territorio di proprietà di Nicoli (l'ex Tana) sono caduti una trentina di alberi dal grosso fusto che avevano oltre 50 anni.

DF e GF (In aggiornamento)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento