Colleferro

Colleferro, con la Protezione Civile comunale città più sicura

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Il 2016 si è concluso con un altro sostanziale passo in avanti del Gruppo comunale di protezione civile di Colleferro: è stato finalmente iscritto nell’Elenco Territoriale Regionale  dei gruppi di Protezione civile del...

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Il 2016 si è concluso con un altro sostanziale passo in avanti del Gruppo comunale di protezione civile di Colleferro: è stato finalmente iscritto nell'Elenco Territoriale Regionale dei gruppi di Protezione civile del Lazio.Questo riconoscimento certifica il buon lavoro svolto dal gruppo e ne conferma la sua validità, rappresentando fonte di orgoglio e di soddisfazione per il lavoro svolto fino ad ora, un lavoro silenzioso, ma che ha portato già a dei risultati concreti.

Infatti, oltre ai due viaggi nel Reatino dopo il tragico evento del terremoto per portare generi di prima necessità raccolti nel nostro Comune grazie alla straordinaria generosità dei cittadini, sono stati organizzati due corsi di formazione molto importanti per le attività della Protezione Civile, come il Corso di primo soccorso (BLS) e quello riguardante il Piano di emergenza comunale (recentemente approvato in Consiglio). Entro Gennaio, sarà organizzato un corso antincendio e saranno riaperte le iscrizioni al Gruppo di protezione civile.

Ma altre azioni concrete sono state poste in atto dal Gruppo di Protezione Civile, come l'acquisto di due nuove idrovore con annessi generatori per eventuali allagamenti di garage o scantinati, il recupero di un modulo antincendio per il Defender (il cui impianto elettrico con la scheda è stato da poco revisionato), la risistemazione a livello meccanico ed elettrico dell'ambulanza, che a breve sarà dotata di tutte le attrezzature necessarie per ottenere la certificazione per il vano sanitario.

In ultimo, sfruttando l' opportunità di un finanziamento regionale, è stato presentato un progetto che prevede un investimento di oltre 41.000 Euro per l'acquisto di un altro Defender e di altro materiale necessario per approntare un ricovero di emergenza (tenda gonfiabile, fari al led, lettini da campo etc) e poter così continuare il consolidamento e l'operatività degli associati.

Fattore importante da rilevare è che, al momento dell'insediamento della nostra amministrazione, non esisteva a Colleferro una Protezione Civile, non c'era una sede e della dotazione di macchinari e materiali acquistati nel corso degli anni, in buona parte, se ne erano "perse le tracce". A tal proposito il Sindaco è stato costretto a fare una denuncia contro ignoti alle autorità competenti.

Possiamo affermare con certezza di essere veramente soddisfatti di quanto raggiunto fino a questo momento, anche se siamo solo all'inizio del percorso. Colgo l'occasione per ringraziare tutti coloro i quali hanno collaborato con me e che sono stati al mio fianco in questa difficile opera di ricostruzione, tra i quali in primis il Presidente del Gruppo Pietro Di Vita, il Vicepresidente Vincenzo Sarao e indistintamente tutti gli altri componenti del Comitato direttivo. Un ringraziamento particolare al Sindaco Pierluigi Sanna che ha sempre creduto nel progetto, sin dall'inizio, lasciandomi gestire autonomamente la parte organizzativa e di ricostruzione del Gruppo di Protezione Civile, concedendomi la massima fiducia e la massima disponibilità per superare le mille difficoltà della burocrazia.

Colleferro, 02/01/2017 Il Consigliere Comunale &

Coordinatore del Progetto Protezione Civile

Luigi Moratti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro, con la Protezione Civile comunale città più sicura

FrosinoneToday è in caricamento