Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Colleferro

Colleferro, dai comitati di quartiere la richiesta per un vigile di quartiere, per la videosorveglianza e per la pulizia dei tombini

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Scopo della riunione, quello di dar vita ad una sorta di “ DIRETTIVO DEI COMITATI “, che abbia la funzione di confrontarsi con le istituzioni locali con unità d’intenti , e far sentire con maggiore efficacia la propria...

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Scopo della riunione, quello di dar vita ad una sorta di " DIRETTIVO DEI COMITATI ", che abbia la funzione di confrontarsi con le istituzioni locali con unità d'intenti , e far sentire con maggiore efficacia la propria voce nel portare le istanze volte al miglioramento delle condizioni di vita di tutti i colleferrini.

Oltre ad un nutrito gruppo di rappresentanti del comitato S.Bruno, presieduto dal Sig. Alfredo Parca, erano presenti il sig. Francesco Vitelli rappresentante del comitato " Le Casette ", il sig. Angelo Vari del comitato " Via Traiana - Murillo ", e i sig.ri Carlo Grancagnolo e Nino Rago rappresentanti del quartiere "Via Toti- Via V. Bracchi ".

A causa di imponderabili impedimenti dell'ultim'ora , non hanno potuto presenziare all'incontro i rappresentati del comitato "S. Antonino ", dei " Cittadini Residenti " e di "Consultale donne".

I problemi che tutti i partecipanti all'incontro hanno ritenuto comuni all'intera città sono stati quelli ormai tristemente noti come :

Pericolosità e rumorosità derivante dal traffico cittadino, per l'eccessiva velocità di automobili e autocarri.

Degrado urbano dovuto a scarsa e non accurata pulizia dei quartieri.

Sistematico allagamento della città in caso di forti piogge per mancata preventiva pulizia dei tombini.

Mancanza di sicurezza sociale ( leggi furti, rapine e aggressioni ) a causa di un inadeguato servizio di sorveglianza nelle zone più a rischio della città. L'elenco potrebbe continuare, ma ci fermiamo qui.

Si è conclusa la riunione con la decisione comune di chiedere all' amministrazione comunale di:

1) Istituire la figura del VIGILE di QUARTIERE, che già da solo potrebbe svolgere un servizio multifunzione, come la disciplina del traffico, la segnalazione di eventuali situazioni di pericolo ed in generale la deterrenza nei confronti di qualsiasi comportamento scorretto dei singoli individui.

2) Istituire un sistema di VIDEOSORVEGLIANZA nei punti più critici della città come ulteriore deterrente verso atti criminosi e di vandalismo.

3) Attuare una accurata PULIZIA DEI TOMBINI per scongiurare quegli allagamenti cosi' frequenti in questo inizio d'autunno.

Il DIRETTIVO si impegnerà strenuamente con ogni lecito mezzo perché tali richieste vengano accolte, e non lascerà nulla di intentato, per ottenere condizioni di vita degne di un paese civile per l'intera cittadinanza.

I.G.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro, dai comitati di quartiere la richiesta per un vigile di quartiere, per la videosorveglianza e per la pulizia dei tombini

FrosinoneToday è in caricamento