Colleferro

Colleferro, dalla Uil un forte No alla chiusura del commissariato di polizia

Una delegazione della Uil Polizia si è incontrata nuovamente con il Sindaco del comune di Colleferro (RM). Erano presenti il Sindaco Mario CACCIOTTI, mentre per la parte Sindacale il Segretario Generale Provinciale

Una delegazione della Uil Polizia si è incontrata nuovamente con il Sindaco del comune di Colleferro (RM). Erano presenti il Sindaco Mario CACCIOTTI, mentre per la parte Sindacale il Segretario Generale Provinciale Antonio COSTA, i Segretari locali Andrea PRIMERANO e Roberto PROIA. Il Segretario Generale Provinciale, in apertura, illustrava la paventata chiusura del Commissariato Polstato e del Posto Polfer di Colleferro (RM). Tale incontro rientra nelle iniziative volte alla sensibilizzazione dei cittadini e di tutte le autorità locali in merito alla proposta del Ministro dell'Interno che, nel razionalizzare le risorse, ha proposto al Signor Prefetto e al Signor Questore di Roma di dare un parere in merito alla chiusura di detti uffici. La Uil Polizia ha rappresentato al sindaco di Colleferro (RM) che la chiusura di un servizio così importante come quello dei due uffici di Polizia, oltre ad incidere negativamente sui livelli di sicurezza del comprensorio di Colleferro (RM), favorirebbe un ritorno di una microcriminalità, che ad oggi, grazie alla presenza continua della Polizia di Stato, ha fatto si che i reati commessi siano diminuiti sostanzialmente.

Dichiarazione del Segretario Locale UIL POLIZIA PRIMERANO Andrea: "Non bastava il declassamento di alcuni uffici per colpire gli organici dei lavoratori di Polizia e il livello di sicurezza sull'intera provincia, si va ad aggiungere, per completare l'opera, la chiusura di reparti importanti come il Commissariato Polstato e il Posto Polfer di Colleferro (RM), quest'ultimo, tra l'altro, ospite di strutture di RFI (Rete Ferroviaria Italiana) che non vanno a gravare sulle spese del Ministero dell'Interno.

Continua PRIMERANO:" è un errore gravissimo poiché andrebbe a danneggiare ulteriormente la popolazione della zona nonché quella dei comuni vicini. Infatti già ad oggi il contatto con il cittadino richiedente è diventato un problema, poiché non esiste un efficace coordinamento tra le varie forze di Polizia e questo provvedimento ne aggrava ulteriormente la sua efficacia?..anzi andrebbe a scomparire definitivamente".

Conclude PRIMERANO: "Per questi motivi mi appello al Sindaco di Colleferro (RM) e a quelli dei Comuni vicini, nonché ai parlamentari della zona, affinché si attivino al fine di sospendere tale scellerato provvedimento e di evitare che i cittadini di Colleferro e dei comuni limitrofi siano costretti, per difendere la propria incolumità ad organizzarsi con ronde contro una microcriminalità che fino ad oggi, grazie alla presenza delle forze dell'ordine, in particolar modo con l'attività di prevenzione messa in atto dal personale del Commissariato Polstato e del Posto Polfer, è stata arginata evitando che fossero commessi gravi reati, allontanando di fatto dal territorio tutti coloro che normalmente sono dediti alla commissione di reati di ogni genere."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro, dalla Uil un forte No alla chiusura del commissariato di polizia

FrosinoneToday è in caricamento