Valle Del SaccoToday

Colleferro - Gavignano, gli studenti incontrano la campionessa Layla Soufyane

Nei giorni 14 aprile e 3 maggio u.s., gli studenti della Scuola Secondaria di I grado dell’Istituto Comprensivo Colleferro II, dei plessi “Mazzini” e ”InnocenzoIII°” di Gavignano, hanno incontrato la campionessa di atletica leggera Laila Soufyane...

Layla e studenti2

Nei giorni 14 aprile e 3 maggio u.s., gli studenti della Scuola Secondaria di I grado dell’Istituto Comprensivo Colleferro II, dei plessi “Mazzini” e ”InnocenzoIII°” di Gavignano, hanno incontrato la campionessa di atletica leggera Laila Soufyane, nell’ambito del Progetto CONI “I giovani incontrano i Campioni: sport, valori e corretti stili di vita”,

Layla e studentiorganizzato dalla prof.ssa Cristina Ferretti, con la partecipazione dei fiduciari territoriali del CONI Lazio, Paolo Pelacci, Paola Plini e Giampiero D’Eramo.

"L’incontro - riferisce la Prof.ssa Ferretti - è stato molto emozionante per i ragazzi e per la nostra campionessa, che nell'occasione ha voluto ricordare a tutti i presenti come lei stessa sia stata un'alunna della scuola media Mazzini, alla quale la legano i bei ricordi da adolescente".

Laila Soufyane ha catalizzato l'attenzione dei ragazzi raccontando la sua storia che la vede partire in tenera età dal Marocco con tutta la sua famiglia, per arrivare in Italia e stabilirsi a Colleferro dove ha studiato, ha lavorato ed ha iniziato a "correre" dietro al fratello maggiore Fadil.

"I ragazzi -continua la Prof.ssa Ferretti- sono rimasti letteralmente affascinati da questa piccola-grande campionessa e dalla sua storia che attraverso un intreccio di vicende umane e sportive, che hanno richiesto non poche rinuncie e molto sudore, ci parla anche di integrazione ed accoglienza; di onestà e dignità; di tenacia e di sostegno."

Il sostegno, che a detta di Laila, non le hanno mai fatto mancare sia la famiglia che tutti coloro che le hanno voluto bene, fino al coronamento del suo sogno...."quello di poter correre e vincere, rappresentando l'Italia nel mondo".... divenuto realtà grazie all'Esercito Italiano che la "arruolata" nel suo gruppo sportivo rendendoci tutti fieri di Lei.

Dolce ed esile, ma al tempo stesso con un cuore grande e forte, nelle due giornate di incontri con gli studenti, ha saputo trasmettere loro l'importanza dei veri valori dello sport che dovrebbero comunque essere sempre alla base dei comportamenti di ognuno di noi : la lealtà, il rispetto, la solidarietà, l'impegno, la perseveranza, importanti si per raggiungere le "vittorie" ma ancor di più per rialzarsi dopo le sconfitte.

"Attraverso l’ascolto ed il dialogo con Laila -conclude la Prof.ssa Ferretti, sempre attiva nel proporre esperienze e progetti capaci di attrarre i suoi studenti- i ragazzi potranno far tesoro di queste intense esperienze di vita e di sport, e attraverso la rielaborazione personale ne sono certa, potranno arricchire ulteriormente il loro bagaglio culturale ed etico, per poi utilizzarlo nelle situazioni che la vita inevitabilmente riserverà loro, sapendo discernere di conseguenza tra una scelta giusta ed una sbagliata. GRAZIE LAILA!"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

  • Cocaina, crack e oltre 113mila euro nascosti nel muro: arrestati madre, padre e figlio

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento