Valle Del SaccoToday

Colleferro, Girardi; arriva la proroga per gli impianti sportivi, persi altri sei mesi di tempo

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Apprendiamo in questi giorni di una proroga concessa dall’Amministrazione di Colleferro alle Società che gestiscono gli impianti sportivi fino al 30 ottobre 2017.

Aldo Girardi-2

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Apprendiamo in questi giorni di una proroga concessa dall’Amministrazione di Colleferro alle Società che gestiscono gli impianti sportivi fino al 30 ottobre 2017.

Di certo la proroga, ma per tutta la stagione 2017-2018, era proprio quello che avevamo chiesto in modo da avere il tempo di valutare al meglio le varie opzioni in merito alla dichiarata volontà, che non condividiamo sia chiaro, di affidare gli impianti sportivi comunali mediante gara di appalto.

Ci era stato risposto che la legge non lo permetteva; oggi invece prorogano parzialmente con una scadenza che rende ancora più assurda la situazione.

In pratica secondo l’Amministrazione le Società iniziano la stagione poi, nel bel mezzo della stessa, escono i bandi di gara con il rischio quindi che da quel momento in poi a gestire gli impianti subentrino altri.

Il 28 aprile ci hanno detto che in 30gg sarebbero stati pronti i bandi di gara, ora invece con questa proroga siamo arrivati alla fine di ottobre (6 mesi!).

Noi fin dal momento della presentazione in commissione di quel “regolamento” che poi hanno votato, chiedevamo più tempo por poter valutare insieme alle società percorsi alternativi, alla luce di una acclarata legislazione poco chiara e in continua evoluzione, per la quale oggi in molte città c’è un ripensamento per la stessa analoga decisione presa dal Comune di Colleferro. Roma ne è un esempio!

Li nei giorni scorsi con una mozione presentata dal PD capitolino e votata all’unanimità (ripeto: votata all’unanimità), si è chiesto alla stessa Sindaca Raggi di bloccare e sospendere per un anno, fino al termine della stagione che sta per iniziare, le procedure di appalto degli impianti “per la concreta possibilità che tale decisione possa presentare un profilo dì illegittimità dal momento in cui le attività svolte all’interno dei suddetti impianti sportivi municipali hanno essenzialmente un carattere di servizio alla comunità di natura sociale e quindi non riconducibile alla disciplina prevista dal Codice degli Appalti”.

Ed è proprio per questo che la stessa Sindaca di Roma è stata invitata a “rivolgersi all’ANAC per le dovute ed opportune verifiche del caso”.

Alla luce di tutto questo, mi viene da ripensare al nostro grido d’allarme e al convegno organizzato dal PD di Colleferro al quale avevamo partecipato, senza preclusioni, manifestando spirito collaborativo; convegno che nelle intenzioni avrebbe dovuto portare ad ottenere, salvaguardando le Società sportive di Colleferro, proprio a questo risultato.

Peccato invece che non sia stata colta quell’occasione per poter passare come coloro capaci di fare da apripista in merito alla soluzione di un problema che era, ed è tutt’ora evidente agli occhi di tutti; meriti che oggi invece vanno riconosciuti al Consiglio capitolino.

Pazienza per l’occasione persa ma ancora una volta rilanciamo l’invito a sedersi intorno al tavolo per valutare al meglio la strada da percorrere al fine di salvaguardare tutto il movimento sportivo di assoluta eccellenza e socialità partecipata della nostra città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aldo Girardi (Colleferro 2.0)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento