Valle Del SaccoToday

Colleferro, il comitato per l’ospedale chiede di portare la vicenda della nuova ala in consiglio

Si sono concluse le feste natalizie e di capodanno, durante le quali il  Comitato libero “A difesa dell'Ospedale di Colleferro” – Coordinamento territoriale ha continuato a svolgere la funzione per cui si

Si sono concluse le feste natalizie e di capodanno, durante le quali il Comitato libero “A difesa dell'Ospedale di Colleferro” – Coordinamento territoriale ha continuato a svolgere la funzione per cui si è costituito. E proprio in queste ore è terminata una iniziativa volta a raccogliere fondi per acquistare strumenti utili all'Ospedale Parodi Delfino, mentre i rappresentanti del Comitato stanno ultimando la raccolta firme iniziata in occasione del banchetto allestito durante la Fiera di Santa Barbara. “Centinaia di persone – spiegano i rappresentanti del Comitato libero “A difesa dell'Ospedale di Colleferro” – Coordinamento territoriale in una nota - hanno sottoscritto la proposta di attivare la sezione del Tribunale per i diritti del Malato e la richiesta di portare all’esame del prossimo Consiglio comunale la situazione dell'Ospedale, con particolare riferimento al progetto della Nuova Ala. Chiediamo che il Consiglio assuma su di sè la responsabilità politica e amministrativa della nostra richiesta e adotti un atto formale per rappresentare presso la Regione Lazio la seguente istanza: In questo momento la nostra attenzione di cittadini è concentrata sulla perdita di servizisanitarideterminatadalprogressivodepotenziamentodell'Ospedale, Distretti e Dipartimenti sanitari, nonostante la specificità territoriale di una situazione ambientale che ha gravi ripercussioni sulla salute pubblica e che richiede investimenti in servizi alla persona. Chiediamo il rispetto dell'impegnopreso il 25 Maggio 2015 dal Presidente della Regione Lazio e Commissario ad Acta, Nicola Zingaretti, sulla imminente apertura della Nuova Ala, visto che i lavori di ampliamento per trasformare la struttura in un centro di eccellenza sono terminati alla fine del 2014 e sono costati 12.911.000,00 euro di denaro pubblico. Nonostante le attività di collaudo siano iniziate nel Settembre 2015, inspiegabilmente non si sono concluse e i locali non sono ancora stati attrezzati e resi disponibili. Il Comitato chiede, inoltre, di ripristinare i postiletti soppressi, nominare il Direttore sanitario, nominare i primari die reparti che ne sono sprovvisti, assegnare il personale infermieristico, riaprire Laboratorio analisi, Emotrasfusionale, Anatomiapatologica, Nefrologia, Dialisi, Radiologia, Ginecologia, Pediatria, Neonatologia, Ostetricia, selezionare società per la pulizia e l'igiene dell'Ospedale che garantiscano il servizio e i diritti die lavoratori e che la sede della Direzione sanitaria unicadegli Ospedali di Colleferro e Palestrina sia Colleferro. I piccoli risultati che si stanno ottenendo per il nostro nosocomio sono il frutto dell’impegno costante del Comitato e ci fanno ben sperare, ma c'è ancora molto da fare. Abbiamo bisogno di tutti per portare avanti le attività per la difesa del nosocomio e per la promozione dell’assistenza sanitaria nel nostro territorio. Invitiamo quindi i cittadini a partecipare all’incontro pubblico del 19 gennaio, ore 17:00, presso la Baita, in via Giotto, a Colleferro, nel quale verrà illustrata l’attività svolta e il programma che il Comitato intende realizzare. Al termine si svolgeranno l’elezione del Coordinatore, del Portavoce e dei componenti il Consiglio direttivo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento