Venerdì, 15 Ottobre 2021
Colleferro

Colleferro, manifestazione cittadina "Una panchina rossa"

Il gruppo Consulta le Donne di Colleferro, l’Associazione culturale Segni Onlus e la Consulta delle donne del Comune di Montelanico, con la collaborazione dei docenti e degli alunni dell’Istituto comprensivo Colleferro II, Scuola secondaria di...

Il gruppo Consulta le Donne di Colleferro, l'Associazione culturale Segni Onlus e la Consulta delle donne del Comune di Montelanico, con la collaborazione dei docenti e degli alunni dell'Istituto comprensivo Colleferro II, Scuola secondaria di primo grado Giuseppe Mazzini, Classi II B, II D, III B, IIIC e della Scuola primaria Giovanni Paolo II, Classe V A, V B E V C, hanno aderito al progetto "Una panchina rossa".

La manifestazione è pubblica e si svolgerà venerdì 25 novembre 2016, ore 11, nella galleria di piazza Gobetti. La cittadinanza è invitata a partecipare.

Il programma prevede l'installazione della panchina rossa - donata dalle associazioni - e la recitazione da parte degli alunni di poesie, canti e frasi sul tema della violenza sulle donne e sul rispetto della persona umana.

Una frase, scelta tra quelle lette dagli alunni, sarà estratta durante la manifestazione e riportata sulla panchina rossa. Una classe, sempre estratta a sorte, sarà nominata curatrice della panchina rossa.

Agli alunni e ai loro insegnanti desideriamo esprimere la nostra gratitudine per averci dato l'opportunità di collaborare con loro. Ringraziamo in particolare la Dirigente scolastica dell'istituto comprensivo Colleferro II, dott.ssa Marika Trezza, e le professoresse Ceraldi Maria Letizia, Massicci Assunta, Ionta Daniela, Daria Pellegrini, Proia Ilaria, Roberta Trezza e Giuseppina Pilla.

Una panchina come simbolo contro l'indifferenza, anche delle nostre Istituzioni, rossa come il coraggio e la forza, idealmente occupata dalla presenza invisibile delle donne uccise dalla violenza di un uomo. Un impegno a non restare sedute a guardare, ma un invito ad agire unite coinvolgendo la comunità in tutte le sue espressioni.

L'iniziativa, lanciata dalle nostre associazioni, per promuovere un'azione di sensibilizzazione che vada oltre tale data, è dedicata alla Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne.

Dal 1999 l'ONU ha proclamato il 25 Novembre "Giornata internazionale contro la violenza sulle donne" in memoria del sacrificio delle tre sorelle Mirabal, uccise il 25 novembre 1960, per essersi opposte al regime dittatoriale di Rafael Leónidas Trujillo nella Repubblica Dominicana. Considerate rivoluzionarie dal regime, le tre sorelle furono uccise e torturate, simulando un incidente.

Non sempre, non ovunque, le cose sono cambiate da quel giorno: basti pensare alle bambine dell'India e alle donne di molti altri Paesi del mondo, compreso il nostro, dove la violenza contro le donne è spesso nascosta in ambito domestico.

In Italia non mancano le leggi per combattere la violenza contro le donne, disciplina ulteriormente rafforzata dalla legge del 2013 sulla violenza di genere; mancano piuttosto i germi di una vera rivoluzione culturale, nelle famiglie, nelle Scuole, nella società tutta.

La violenza nelle sue diverse forme è un dramma che coinvolge tutto il mondo e che ha bisogno di un profondo cambiamento culturale a cui devono partecipare tutti indistintamente, perchè il cambiamento deve essere realizzato insieme, uomini e donne.

Solo un percorso di prevenzione e di promozione potrà consentire nel tempo di superare il dramma umano di molte donne violate in casa, in famiglia, dentro e fuori le mura domestiche. Dobbiamo costruire una nuova cultura, che richiede modelli, leggi, educazione e protezione.

La violenza sulle donne non deve essere considerata un "fenomeno" ma un fatto che riguarda tutti e che si traduce nella violazione di diritti umani, civili, sociali e culturali delle donne come di ogni persona sottoposta a forme di abuso e sopruso.

Al Consiglio comunale di Colleferro, Segni e Montelanico chiediamo di votare una mozione contro ogni forma di violenza umana, soprattutto contro donne e bambini.

Moltissime le iniziative in tutto il mondo; a Roma il 26 novembre si svolgerà la manifestazione nazionale "Non una di meno", partenza da piazza della Repubblica, ore 14, e Assemblea generale, il giorno seguente.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro, manifestazione cittadina "Una panchina rossa"

FrosinoneToday è in caricamento