Valle Del SaccoToday

Colleferro, Nappo risponde alla Maggioranza: "Rispettate i cittadini!"

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO la lettera del Capo Gruppo Azione Popolare Riccardo Nappo. "Leggendo la lettera scritta dai quattro capigruppo di maggioranza sono rimasto allibito e deluso. Allibito perché non capisco quale possa essere il nesso tra...

nappo

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO la lettera del Capo Gruppo Azione Popolare Riccardo Nappo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Leggendo la lettera scritta dai quattro capigruppo di maggioranza sono rimasto allibito e deluso. Allibito perché non capisco quale possa essere il nesso tra noi, che con impegno svolgiamo il nostro ruolo di opposizione, e il comitato a difesa dell’ospedale. Deluso perché mi domando se è questo il livello di "politica" che è in grado di portare avanti l'attuale Amministrazione Comunale. Un livello che la nostra città NON merita. Comunque in quei giorni di protesta al presidio davanti l’ospedale anche io ho partecipato, da semplice cittadino, e non ho mai cavalcato questo argomento per scopi personali in quanto sono fermamente convinto che il diritto alla salute non debba avere colori politici! E assolutamente non reputo una colpa aver partecipato a questa protesta che ha visto raccogliere 20.000 firme, anzi ne sono orgoglioso. Per ciò che concerne il Comitato a difesa dell’Ospedale invece di umiliarlo, l’attuale Amministrazione avrebbe dovuto legittimarlo, esserne fiera e dargli maggiore forza col proprio sostegno! Ricordo altresì che queste 20.000 firme sono servite per presentare il Ricorso al Capo dello Stato fatto dai Sindaci del territorio , frutto dell'impegno dei tanti cittadini; le stesse sono state allegate come testimonianza delle paure della gente e come tentativo di dare maggiore forza e spessore all'atto. La cosa ancora più vergognosa è che coloro che oggi vogliono prendersi a tutti i costi i meriti del (parziale) successo del Ricorso, all'epoca dei fatti non erano intenzionati a farlo, in quanto considerato inutile e dispendioso economicamente. Al di là di tutto qualora il ricorso venisse accolto, sarebbe la vittoria delle tante mamme scese in piazza in quei giorni. A tal riguardo circolavano anche dei video clip pubblicati su internet del Sindaco e conversazioni sui social su questo argomento da parte degli stessi consiglieri che oggi hanno avuto la sfacciataggine di pubblicare la missiva alla quale replico. Per di più costoro, oltre al fatto di non aver mai degnato di un saluto tutti coloro che hanno partecipato al presidio ospedaliero, per un motivo ancora sconosciuto hanno negato alle tante mamme l'accesso a Piazza Italia (bel gesto di democrazia ) nel corso della manifestazione pubblica a difesa dell'Ospedale; bell'esempio di coerenza da chi ha fatto delle proteste in Piazza il suo cavallo di battaglia durante il periodo in cui faceva parte dell’opposizione! Per ultimo, invitiamo l’attuale Amministrazione a lavorare per il bene collettivo e di smetterla con vittimismi (vedi presunti insulti al Sindaco mai fatti e sentiti) che ormai vanno avanti da troppo tempo. Invitiamo inoltre a rispondere alle domande “offensive” e veramente importanti per la nostra comunità fatte dall’opposizione, come per esempio sul servizio di 118. Quale sarà il futuro del servizio di 118 per la nostra città?"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pontecorvo, speciale elezioni: Anselmo Rotondo resta sindaco (video)

  • Omicidio Willy, tracce organiche nella macchina dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi

  • Coronavirus, l'appello di un fisioterapista positivo: "I miei pazienti facciano attenzione"

  • Coronavirus, impennata di casi di positivi a Colleferro. Ecco cosa è successo

  • Omicidio Willy, lo sfogo del gestore di un locale di Colleferro: “non siamo il cancro di questa città”

  • Referendum, passa il taglio dei parlamentari. In Ciociaria il sì arriva al 75%, ma non ha votato più della metà degli elettori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento