menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colleferro, operai della KSS sempre più sconfortati; quando tempo ancora resisterà l'azienda

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: "Il 27 Novembre 2014 è stata una delle giornate più brutte che un lavoratore può sopportare... Scegliere se 105 colleghi (e forse anche noi che ora scriviamo questa lettera aperta) debbano andar via accettando 21 mila...

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: "Il 27 Novembre 2014 è stata una delle giornate più brutte che un lavoratore può sopportare... Scegliere se 105 colleghi (e forse anche noi che ora scriviamo questa lettera aperta) debbano andar via accettando 21 mila euro oppure avere la

consapevolezza che 125 persone, irrimediabilmente, sarebbero state cacciate e senza alcuna buona uscita e intraprendere uno sciopero contro un'azienda che non aspetta l'ora di chiudere i cancelli e andarsene. L'onere della scelta per i circa 400 dipendenti KSS era veramente troppo alto, sopratutto, se dall'altra parte vi è un'azienda che non ha problemi di mercato ma anzi ha aumentato il fatturato ma si è anche dimostrata spietata con i suoi contestatori (chiedere agli ex dipendenti della KSS di Arzano e Villastellone).

La scelta di accettare l'accordo è più una resa di fronte all'evidenza che un sereno accoglimento della proposta aziendale.

Rientrare nei capannoni a lavorare, dopo tale scelta è un macigno che abbatterebbe chiunque. Per chi rimane ormai la domanda è d'obbligo:"Questa azienda quando potrai ormai durare prima che scappi in Romania o Macedonia?". C'è chi dice 6 mesi o al massimo un anno ma ormai nessuno si sente più al sicuro.

Scandalosa è stata l'assenza dell'amministrazione pubblica che non ha minimamente assistito i lavoratori in questi giorni drammatici. L'augurio per i "superstiti" è che l'azienda non scappi all'estero e che il sacrificio di 105 persone non sia solo il primo di una serie che porti alla chiusura del sito di Colleferro. Per i licenziati ci sentiamo di augurare solo un grosso "in bocca al lupo" e che mai più debbano affrontare tale ingiustizia sociale come possa essere un licenziamento. Gli operai KSS"
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento