Valle Del SaccoToday

Colleferro, presentato il nuovo sviluppo urbanistico. Un vera e propria rivoluzione green

L'assessore Zeppa in un'ora di intervento ha spiegato alla stampa come diventerà la città casilina nel futuro prossimo con 30 ettari di parco urbano

Secondo le linee strategiche presentate mercoeldì sera si preannuncia una vera rivoluzione urbanistica per la città di Colleferro, dove all’interno dei 136 ettari della Secosvim spa  (ex Snia) 30 saranno riservati a parco verde pubblico con la rigenerazione di tutti i locali presenti al fine di far tornare al centro del comprensorio la città di Colleferro e con una strada che dalla stazione Ferroviaria (quartiere Scalo) arriverà fino a Piazza Italia, tutto questo per una città ambientalista che salvaguarda l’ambiente e il lavoro.

La presentazione alla stampa

Mercoledì pomeriggio, appunto, sono state presentate alla stampa le nuove linee strategiche per la nuova pianificazione urbanistica dall’Assessore Umberto Zeppa affiancato dal Sindaco Pierluigi Sanna, in platea il Vice Sindaco Diana Stanzani, il presidente del Consiglio Comunale e gli assessori Giulio Calamita, Sara Zangrilli, Rosaria Di Biase e i presidenti dei comitati di quartiere.

L'illustrazione dell'assessore Zeppa

L’assessore Zeppa ha parlato per oltre un’ora illustrando nei dettagli le linee strategiche: un documento composto da 144 pagine. Zeppa si è anche soffermato sull'iniziativa organizzata da parte dell'opposizione di sabato 25 alle 17 al Palaolimpic che pubblicizzata con un manifesto giallo ha creato confusione nei cittadini ed ha ribadito che le prossime presentazioni dell'amministrazione ci saranno, sempre sabato 25 sarà ma all’UNITRE, mentre sabato 9 dicembre il piano sarà illustrato con i tecnici regionali, un documento aperto anche alla collaborazione dei cittadini dunque.

Il piano e il protocollo con la Secosvim

Ma vediamo questo documento nel dettaglio a cominciare dal protocollo d’intesa firmato con la Secosvim spa che serve da indicazione per una nuova proposta urbanistica a costo zero per i cittadini e che vuole riportare la città di Colleferro al centro dell’attenzione di un bacino di milioni di abitanti con Valmontone ed Artena, con il suo bellissimo centro storico, città a vocazione turistica. Entrando nel particolare del protocollo d’intesa con la Secosvim Spa all’interno ci saranno spazi di verde pubblico per 30 ettari: un parco urbano di 22 ettari ed area boscata più ampi parcheggi e la riattivazione della strada romana. Rigenerazione e riutilizzo dei vuoti dei centri industriali dismessi con centri servizi e recupero delle peculiarietà storiche e culturali a cominciare dalle architetture di Morandi  e per Santa Barbara quelle dell’arch. Michele Oddini con la riqualificazione del quartiere Santa Barbara che avrà un parco e una strada centrale. “Prima si è costruita la fabbrica e poi la città di Colleferro oggi - ha esclamato l’assessore Zeppa- dobbiamo lavorare al contrario dobbiamo pensare prima a Colleferro”.  

“Si è conclusa un’epoca”

A chiudere l’incontro il Sindaco Pierluigi Sanna, rimasto in religioso silenzio ad ascoltare la relazione di Zeppa, che ha ribadito:“Noi ci siamo trovati a chiudere le opere iniziate che non si finivano mai. Molto presto alla scalo saranno chiusi i lavori dell’AuditoriumE’ dal lontano 1984 che in questa aula non si discute di urbanistica. Si è conclusa un’epoca ecco perché vogliamo progettare la città del futuro e quelle presentate sono la linee guida per tutta la città. Io mi trovo ad aver concluso molte cose - ha aggiunto il Sindaco-  e la città potrà discutere insieme a noi una proposta rivoluzionaria in modo da diventare davvero industriale e produttiva ma con la tutela dell’ambiente. Siamo impegnati con una progettazione di qualità usando professionisti interni e la città di Colleferro ha bisogna di sviluppo, perché deve tornare ad essere la locomotiva che deve mettere insieme quasi 100.000 abitanti”.

Il ministro Franceschini in città  il 5 dicembre prossimo

In conclusione il Sindaco Sanna ha annunciato la presenza a Colleferro del Ministro Franceschi per l’inaugurazione  del mammut all’interno del museo paleontologico, il 5 dicembre prossimo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento