Colleferro

Colleferro, prima città nel Lazio ad aderire al progetto “Cosmos2” per la diagnosi precoce della neoplasia al polmone

“Noi ci crediamo in questo progetto” ha affermato con decisione il sindaco di Colleferro Mario Cacciotti, nel presentare il Convegno Progetto “Cosmos 2”  di Diagnosi precoce e prevenzione della neoplasia polmonare, svoltosi all’interno della Sala...

"Noi ci crediamo in questo progetto" ha affermato con decisione il sindaco di Colleferro Mario Cacciotti, nel presentare il Convegno Progetto "Cosmos 2" di Diagnosi precoce e prevenzione della neoplasia polmonare, svoltosi all'interno della Sala Konver.

La città di Colleferro è la prima in questo senso e giustamente il sindaco si è sentito orgoglioso di organizzare questo partecipato incontro, non solo per la sua città ma per tutto il territorio.

Un progetto preso in carico dalla Farmacia Comunale che in collaborazione con i medici di base e con l'ausilio della BCC di Roma, rappresentata dal Consigliere di Amministrazione Dott. Alessandro Ciocia, che ha messo a disposizione anche un IBAN per raccogliere fondi (IT40U083273906000000720000 Switf Code : ROMAITRR) grazie alla nascita di una ONLUS "Severino Lepore Diagnosi Precoce e Prev Neolpl" consentono di avere questa diagnosi preventiva gratuita non fornita dal servizio sanitario..

L'associazione serve a raccogliere fondi, non solo da Istituzioni, ma anche e soprattutto da privati che vogliono contribuire a prevenire i tumori e non a curarli la cui spesa è sempre più mastodontica.

Appassionato ed efficace anche l'intervento del Dott. Pietro Di Fraia, presidente del Consiglio di Amministrazione della Farmacia Comunale, che mettendo a disposizione le due strutture comunali, ha annunciato che l'iniziativa di prevenzione sarà presentata in tutte le piazze, dove sarà portato il ciclamino, nato per questa iniziativa, grazie ad Renzo Rossi. "Qui non c'è politica- ha chiosato il Dott. Fraia- c'è solamente la voglia di fare, perché il tumore al polmone è devastante ed i medici di base ci daranno una mano perché il loro contributo è importante. Il 90 percento dei tumori al polmoni è dovuto al fumo di sigarette, poi arriva il Radon e solamente una minima parte dalle polvere sottili".

Poi gli aspetti puramente tecnici della materia sono stati ampiamente illustrati dal Dr Giuseppe Cardillo ( Chirurgo Toracico Ospedale Forlanini) che ha illustrato molto significativamente come la diagnosi precoce, dopo i 55 anni, sia molto importante per la prevenzione dei tumori, malattia che 100 anni fa non esisteva ed ha portato i dati, davvero molto preoccupanti di questa nuova malattia che conviene prevenire prima che curare, poiché costa, anche, molto meno prevenire. Le neoplasie polmonari con oltre 38.000 decessi ogni anno in Italia rappresentano la prima causa di morte per neoplasia. Oltre l'85% dei soggetti con tumore polmonare sono fumatori e purtroppo alla diagnosi solo il 20% è operabile. Nella Regione Lazio- si legge ancora nel comunicato di presentazione del convegno- il tasso di fumatori è tra i più alti d'Italia ( 25,2 contro il 21% della media nazionale). Tale progetto identifica i soggetti ad alto rischio di sviluppare una neoplasia polmonare ( i forti fumatori: 20 sigarette al dì per circa 30 anni, con una età almeno di 55 anni ed in questa classe di soggetti si esegue: 1) TC torace spirale a basso dosaggio; 2) prelievo ematico per il dosaggio di un marcatore molecolare innovativo ( I miRNA); 3) colloquio con gli specialisti del centro antifumo. Ulteriore periodici controlli verranno organizzati per i 5 anni successivi al primo mese

Un altro aspetto, è stato illustrato dal Radiologo dell'Ospedale Forlanini, dr Pasquale Ialongo che ha presentato delle diapositive di come si sviluppa il tumore da fumo.

Chi volesse fare lo screening gratuitamente deve riempiere dei moduli presso la farmacia comunale. Infine, c'è stato l'accorato appello di un'insegnante affinché questo progetto entri anche dentro le scuole per spiegare bene il problema ai ragazzi.

Presente all'incontro anche il Sindaco di Santa Marinella Roberto Bacheca accompagnato dall'Ass. Rosanna Cuccaniello e dal Consigliere Comunale Patrizia Befano che hanno annunciato la loro adesione a questo progetto.

Giancarlo Flavi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro, prima città nel Lazio ad aderire al progetto “Cosmos2” per la diagnosi precoce della neoplasia al polmone

FrosinoneToday è in caricamento