Valle Del SaccoToday

Colleferro, sabato 14 e domenica 15 Maggio fiera delle piante e firma day per i Referendum sociali

Primavera dei fiori e Primavera dei diritti e della democrazia a Colleferro, sabato 14 e domenica 15 maggio 2016, in viale XXV aprile, nn. 7-11, mattina 9.45-12.45 e pomeriggio 16.45-19.45. In programma la tradizionale Fiera annuale delle...

1000 banchetti(1)

Primavera dei fiori e Primavera dei diritti e della democrazia a Colleferro, sabato 14 e domenica 15 maggio 2016, in viale XXV aprile, nn. 7-11, mattina 9.45-12.45 e pomeriggio 16.45-19.45.

In programma la tradizionale Fiera annuale delle Piante e dei Fiori che ospiterà anche i banchetti del FIRMA DAY, organizzati dai promotori dei Referendum sociali (Buona Scuola, Trivelle Zero, Beni comuni, Inceneritori) con la disponibilità di Assessori e Consiglieri comunali, presenti per l’autenticazione delle firme.

In tutta Italia il FIRMA DAY – sette quesiti referendari e una petizione popolare - porta in piazza centinaia di attivisti e di attiviste, decine le adesioni di associazioni, comitati e realtà territoriali, presenti con 1.000 banchetti per la raccolta firme.

La stagione dei referendum sociali è iniziata il 9 aprile con una campagna nazionale di mobilitazione che si chiuderà il prossimo luglio con l'obiettivo di raggiungere oltre 500mila firme necessarie per indire i referendum da votare nella primavera del 2017.

Come dice il nome, i referendum hanno carattere sociale e democratico perché difendono i diritti di tutti e sono promossi dai cittadini attraverso le loro associazioni (pagina FB e sito https://www.referendumsociali.info/).

Per contrastare qualsiasi svendita dei nostri diritti, per ribadire che il modello di crescita globale può e deve essere ugualitario e comune, per non delegare la nostra volontà ai gruppi di interesse e alle lobby chiediamo anche la TUA firma.

I referendum sociali, a cui si aggiunge il quesito sull'Italicum (abolizione del voto bloccato al capolista e delle candidature plurime; abolizione del premio di maggioranza e del ballottaggio senza soglia), riguardano i contrastati provvedimenti adottati dal Governo.

Quello sulla “Buona scuola”, con cui si è attaccato il ruolo della scuola pubblica, che vogliamo parli di formazione e non di profitto. Quelli sui processi di privatizzazione del servizio idrico, dei servizi pubblici locali e dei beni comuni, che cercano di cancellare definitivamente il significato politico, culturale e democratico del referendum sull’acqua. L’aggressione non risparmia l'ambiente e la salute, dalle trivellazioni agli inceneritori.

Con la manifestazione della valle del Sacco, "RifiutiamoLI!”, dello scorso 9 aprile abbiamo detto NO! al revamping che ammoderna gli inceneritori di Colleferro e NO! ripetiamo firmando questo referendum, perchè vogliamo bloccare il piano governativo su nuovi e vecchi impianti, che riguarda direttamente quelli di colle Fagiolara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento