Colleferro

Colleferro, Sofi chiarisce ulteriormente; l'immobilismo non era più sopportabile

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DALL'EX CONSIGLIERE ROCCO SOFI: SE A QUALCUNO SEMBRA POCO...Tornando sulle nostre dimissioni. Lo "strappo politico" dato (e non il tradimento personale inferto) ha ragioni di rilevante importanza, tali da giustifciare...

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DALL'EX CONSIGLIERE ROCCO SOFI: SE A QUALCUNO SEMBRA POCO...Tornando sulle nostre dimissioni. Lo "strappo politico" dato (e non il tradimento personale inferto) ha ragioni di rilevante importanza, tali da giustifciare razionalmente una scelta così drastica. Le motivazioni sono state ampiamente fornite e soprattutto documentate nel corso della conferenza pubblica tenutasi l' 8/1/15.

Ma forse giova tornare su alcuni concetti chiave molto semplici: l'immobilismo, il non procedere su alcune questioni di vitale importanza per Colleferro, il non rispondere a troppe istanze di pubblica utilità (facendole decadere), il venir meno ad un impegno da parte di chi ha il dovere di "fare": queste le cause.

Sembrano poco? Conseguenza di uno stato di cose che non andavano più bene per noi, per il bene comune, rispetto agli impegni assunti da un programma elettorale posto alla base della condivisione dei partiti che nel 2011 l'avevano deciso e scelto, rispetto alla reale necessità di intervenire su molti. troppi problemi in corso.

Conseguenza di ciò, non già causa di macchinazioni o apocalittici disegni da fantapolitica. Non persecuzioni personali ma prese di posizione doverose e dovute, per dire basta a qualcosa che non funziona. Spiacevole ma necessario. Ora: è comprensibile dover subire la polemica da più fronti, il dissenso e le diverse democratiche reazioni. Ma la macchina della dietrologia per il bene comune in questo momento dovrebbe restare in stand by... Immaginare e poi attribuire chissà quali meccanismi di complotto, colorando di tinte forti un gesto che è invece chiaro ed anche elementare...NO.

Possiamo prestare il fianco ad un'evoluzione naturale delle cose ma è anche legittimo non permettere la distorsoine dei fatti, la manipolazione delle scelte.

Quel non fare, quel non procedere, il pensare che un'amministrazione che non compie il suo ordinario dovere sia pressapoco e tutto sommato "da sopportare", malgrado le numerose nostre preventive sollecitazioni e spinte...non ci è sembrato poco!!!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro, Sofi chiarisce ulteriormente; l'immobilismo non era più sopportabile

FrosinoneToday è in caricamento