menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colleferro, tantissima gente al Palazzetto contro la delibera del Commissario per la regolamentazione delle strutture sportive

Si è svolta nel pomeriggio di giovedì una manifestazione spontanea nel Palazzetto dello Sport a Colleferro. Le associazioni sportive colleferrine sono in fibrillazione dopo il nuovo regolamento emanato alla fine di maggio dal commissario...

Si è svolta nel pomeriggio di giovedì una manifestazione spontanea nel Palazzetto dello Sport a Colleferro. Le associazioni sportive colleferrine sono in fibrillazione dopo il nuovo regolamento emanato alla fine di maggio dal commissario prefettizio del comune di Colleferro.

Secondo questo nuovo regolamento gli impianti sportivi cittadini, fiore all'occhiello di un intero territorio, saranno regolati da gare per essere gestiti da soggetti privati. Allo stesso modo, le palestre delle scuole, utilizzate fino a questo momento dalle associazioni, torneranno alla gestione dei presidi e dirigenti scolastici. Una notizia che ha lasciato tutti senza parole, in primis i rappresentanti e responsabili delle associazioni. Al palazzetto si sono riuniti tutti, dal calcio, al rugby, dall'atletica, alla danza, alla pallavolo, al tennis, senza voler dimenticare nessuno. Genitori e ragazzi preoccupati per il futuro, perché gli impianti sportivi, per la nostra città, non rappresentano solo luoghi dove fino ad oggi si sono praticate discipline sportive, ma luoghi di aggregazione per offrire ai giovani di Colleferro delle alternative alla noia e alle brutte compagnie. Un modo, quello applicato, da 20 anni a questa parte, che ha permesso a tutti, di qualsiasi fascia di reddito, di poter praticare attività sportiva e magari anche emergere ed affermarsi. Questo è stato fatto nelle amministrazioni che si sono succedute negli anni passati. Ma questo, evidentemente, non è piaciuto al commissario che ha pensato bene, a un passo dall'elezione del nuovo sindaco, di stravolgere il tutto e allertare una città intera. L'iniziativa è partita anche dal candidato sindaco Silvano Moffa, il quale si è sempre speso per le associazioni sportive e per rendere gli spazi dedicati a queste sempre al meglio.

Al Palazzetto, lo stesso Moffa era presente, mentre il suo antagonista, Sanna, ha fatto un incontro a porte chiuse con i rappresentanti delle associazioni. Da quanto raccontato dagli addetti ai lavori, tutti e due i candidati sindaco hanno intenzione, all'indomani della loro elezione, di annullare questo regolamento. In realtà la manifestazione doveva essere apolitica. Ma la cosa ancora più strana è che alcuni partecipanti hanno accettato la notizia sull'incontro dei rappresentanti con Sanna, mentre hanno polemizzato al momento in cui si è nominato Moffa, il quale era presente in mezzo alle persone senza nulla a pretendere.

Non bisogna dimenticare che il Palazzetto che ospitava l'iniziativa è una delle tante opere realizzate dallo stesso Moffa negli anni passati. Quello che conta oggi e che auspicanti tutti i fruitori è che nulla cambi per i bambini e le famiglie, a questo deve pensare chi ha cuore la città e vuole amministrarla.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento