Valle Del SaccoToday

Colleferro, via Palianese Sud chiusa fino a martedì. Operai al lavoro per la messa in sicurezza

Il vasto incendio che nel primo pomeriggio di domenica scorsa ha mandato in fumo alcuni ettari di terreno e molte piante sul tratto di Via Palianese sud (la strada che collega Colleferro a Paliano) a distanza di oltre 24 ore ancora sta creando...

strada chiusa

Il vasto incendio che nel primo pomeriggio di domenica scorsa ha mandato in fumo alcuni ettari di terreno e molte piante sul tratto di Via Palianese sud (la strada che collega Colleferro a Paliano) a distanza di oltre 24 ore ancora sta creando molti disagi agli abitanti dei due comuni e ne creerà almeno fino alla giornata di martedì.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I tecnici provinciali della città Metropolitana hanno deciso che il tratto di strada dal bivio con Via Fontana Barabba e Colle Rampo ai confini con il comune ciociaro fino al bivio di fronte all’I.P.I.A con la zona industriale di Colleferro resterà chiuso fino a martedì sera per la messa in sicurezza del tratto. Gli operai della provincia stanno lavorando duramente dalla giornata di lunedì per tagliare gli alberi (ci sono anche dei grossi pini) che sono rimasti danneggiati dalle fiamme. Il giorno dopo è anche il momento delle riflessioni su quanto accaduto. Oramai è chiaro che è stato, o meglio sono stati, degli incendi dolosi (oltre a questo della strada a ridosso della discarica alla stessa ora di domenica è stato incendiato anche il tratto di strada subito sotto l’inceneritore). Bisogna chiederci chi ha fatto questo gesto cosa voleva dimostrare? Contro chi l’aveva? Contro il sistema di gestione dei rifiuti? Contro l’amministrazione comunale? Domande che si pone anche il primo cittadino Pierluigi Sanna. “…il peggio naturalmente sarebbero state le fiamme in discarica. Difficile immaginare per me, anche dopo il confronto coi vigili del fuoco, fenomeni tipo l'autocombustione. Alcuni abitanti sembrano aver visto ben visto ben due roghi prima delle tre, tutto ciò sommato ad un altro incendio sotto gli inceneritori dello scalo ci fa porre domande inquietanti. C'è stata una volontà precisa? Non è la prima volta che questa idea ci tormenta. Gli autori? Che interessi avrebbero? Certo è che nonostante lo sforzo immane, oggi a salvarci davvero sono stati il cambio del vento e l'arrivo dell'elicottero. Questa è spesso una città calda, non solo al termometro. Ringrazio di nuovo tutti coloro che hanno collaborato…”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento