Sabato, 23 Ottobre 2021
Colleferro

Gavignano, scende da cavallo ed aggredisce un Vigile e lo manda in ospedale

E’ scoppiato il “putiferio” nella chiesa di Sant’Antonio a Gavignano con un vigile urbano che è finito in ospedale per le botte ricevute da un fantino che era stato invitato ad andare nel recinto degli animali mentre si recava alla festa di...

E' scoppiato il "putiferio" nella chiesa di Sant'Antonio a Gavignano con un vigile urbano che è finito in ospedale per le botte ricevute da un fantino che era stato invitato ad andare nel recinto degli animali mentre si recava alla festa di Sant'Antonio di domenica scorsa.

L'episodio ha davvero dell'incredibile, anche perché si trattava della festa del "Santo con la barba bianca" che benediva ed amava gli animali. Ieri mattina il parroco si era recato nella chiesetta presso la Fonte Meo per benedire gli animali dopo la santa Messa, ma prima di ciò c'è stata l'aggressione:

l'unico agente della polizia locale di Gavignano che stava dirimendo il traffico delle automobili e degli animali arrivati fin li ha invitato il "cavaliere" ad entrare nel recinto per togliersi dalla strada provinciale, in località Contrada Sant'Antonio con il suo bellissimo cavallo. A questo punto, sembrerebbe almeno dalle prime ricostruzioni, che l'uomo sia sceso dal suo cavallo e dopo un battibecco ed è passato alle via di fatto aggredendo l'esponente delle forze dell'ordine. Il vigile è stato costretto a ricorrere alle cure degli operatori del nosocomio di Colleferro dove è stato giudicato guaribile in 10 giorni. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della locale stazione e quelli della compagnia di Colleferro che erano poco distanti ed hanno "fermato" il cavaliere e dopo aver ottenuto il fermo da parte del giudice di Velletri, l'uomo è stato rimesso in libertà in attesa del Processo con l'accusa di aggressione e lesioni ad un pubblico ufficiale.

Giancarlo Flavi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gavignano, scende da cavallo ed aggredisce un Vigile e lo manda in ospedale

FrosinoneToday è in caricamento