Valle Del SaccoToday

La Regione sblocca 3 Mln di euro per pagare gli arretrati ai lavoratori di Lazio Ambiente

Zingaretti da seguito a quanto dichiarato ai rappresentanti sindacali nella visita a Valmontone di giovedì

A distanza di 24 ore la visita del presidente Zingaretti a Valmontone torna alla ribalta della cronaca. Nel nostro articolo con tanto di video (nei minuti iniziali si percepisce come gli animi si siano accesi e come le guardie del corpo abbiano tentato di allontanare i lavoarori) abbiamo riportato la notizia della protesta dei lavoratori di Lazio Ambiente con una di loro che è riuscita ad avere un faccia a faccia con il presidente.

La nota dell’UGL

A cercare di chiare la situazione oggi è arrivata una nota dell’UGL Lazio: “Non c’è stata alcuna aggressione ai danni del Presidente Zingaretti – spiega il segretario Ugl Lazio Armando Valiani  - Carla Lucci, nostra Rsu e dipendente dell’azienda, ha esposto in maniera assolutamente pacifica e corretta, le istanze dei 400 lavoratori di Lazio Ambiente che sono senza stipendio da due mesi e che arrivano da sei mesi di cassa integrazione. E’ anche grazie alle sue rimostranze che la Regione ha annunciato lo sblocco dei 3 milioni di euro di crediti accumulati dai comuni morosi verso la società, una parte dei quali andrà a sanare le pendenze nei confronti dei lavoratori”.

La Rsu dell’Ugl ha chiesto a Zingaretti di obbligare al più presto i Comuni a versare le rispettive quote all’azienda, spiegando che le 400 famiglie coinvolte nella vicenda rischiano di dover ricorrere agli strozzini per andare avanti, non riuscendo a pagare né il mutuo né le utenze. Nelle ore successive si è tenuto presso gli uffici dell’assessorato all'ambiente della Regione Lazio una riunione tra l’assessore regionale Mauro Buschini, il collega del comune di Roma Pinuccia Montanari e un rappresentante del Ministero dell’Ambiente per analizzare la situazione della controllata Lazio Ambiente.

Lo sblocco di 3 Mln di euro

Al tavolo era presente anche il segretario Valiani: “La Regione – ha sottolineato – ha fatto sapere che sbloccherà i tre milioni di euro di crediti accumulati dai comuni morosi nei confronti dell’azienda. Una notizia sicuramente positiva ma che non ci basta. Come Ugl abbiamo richiesto che in tempi certi si faccia chiarezza sul futuro degli impianti e soprattutto su quello dei lavoratori. Oggi – ha chiosato Valiani – l’ente guidato dal governatore Nicola Zingaretti deve essere garante sul piano rifiuti ma soprattutto deve salvaguardare il reddito e l’occupazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento