Venerdì, 17 Settembre 2021
Colleferro

Colleferro, sulla mozione della resistenza antifascista animi accesi in consiglio

Su questo punto c’è stata una discussione molto animata, con un botta e risposta tra la maggioranza e l’opposizione in cui si sono raggiunti anche momenti di forte tensione emotiva e politica

Nell’ultimo Consiglio Comunale a Colleferro sono discussi e approvati tutti i punti all’ordine del giorno che prevedeva importanti questioni di interesse cittadino. I lavori sono iniziati prendendo in esame la mozione, presentata dal Consigliere di maggioranza Luigi Moratti e relativa ai valori della Resistenza antifascista e dei principi della Costituzione italiana repubblicana.

La mozione sulla resistenza antifascista

La discussione, molto animata, ha creato un botta e risposta tra la maggioranza e l’opposizione, raggiungendo anche momenti di forte tensione emotiva e politica. La mozione che ha ricevuto 12 voti favorevoli (tutti i Consiglieri di maggioranza ed i due Consiglieri dell’IDV) e 4 voti contrari (la minoranza di destra).

Il regolamento dei comitati

Il Consiglio ha proseguito con i suoi lavori approvando sia il regolamento dei Comitati di Quartiere, che rappresenta un passo fondamentale che permetterà un costante confronto con le realtà della nostra città, sia il regolamento degli Orti Urbani che darà la possibilità ai cittadini di gestire piccoli appezzamenti di terreni pubblici per adibirli ad orti.

Approvate, inoltre, le modifiche allo Statuto della Colleferro Infrastrutture e Sviluppo S.p.A. in liquidazione che adeguano la società alle direttive del d.lgs. 175/2016.  Ultimo punto all’ordine del giorno è stato la ratifica della delibera della variazione al bilancio per il considerevole importo di euro 485.000, derivante dall’incasso di oneri di urbanizzazione, che sarà vincolato interamente alla manutenzione straordinaria della nostra città. Numeri veramente importanti che consentiranno di intervenire per il ripristino del manto stradale (216.500 euro), per la manutenzione del verde pubblico (43.000 Euro), per la manutenzione su beni immobili comunali (132.000 Euro), per la manutenzione delle scuole (64.000 Euro), per la manutenzione di fossi, cunette, tombini e rete idrica, ancora di proprietà comunale (15.000 Euro), per l’acquisto di un mezzo spargisale (6.500 Euro) e per l’introduzione di un capitolo per il pagamento degli espropri (8.000 Euro).

Il commento di Sanna

“Un Consiglio Comunale quello di ieri ricco di spunti interessanti - esordisce il Sindaco Sanna - un dibattito iniziato su un tema di assoluta delicatezza e importanza com’è l’antifascismo, un valore e un principio alla base della nostra democrazia e della nostra Carta Costituzionale. “iviamo purtroppo in tempi pesanti, a volte molto bui, nei quali l’antifascismo è messo in discussione o in alcuni casi addirittura ripudiato. Sono questi segnali molto preoccupanti ed è proprio in questi momenti che la democrazia deve decidere di difendere se stessa da rigurgiti fascisti e razziste, soprattutto quando i rappresentanti delle Istituzioni degenerano in posizioni che sono l’antitesi, come direbbe Pertini, di tutte le fedi politiche.

La storia, per sua natura, si muove, progredisce o involve attraverso corsi e ricorsi storici per questo è moralmente necessario difendere ogni principio democratico da chi non si riconosca nell’antifascismo. Ritengo che questa sia una mozione per chiedere il rispetto dei valori espressi dalla Costituzione Italiana”.

Gli altri punti

“Gli altri punti che credo sia importante portare all’attenzione dei cittadini sono relativi all’approvazione del regolamento dei Comitati di quartiere che istituisce il principio di democrazia partecipata permettendo ai rappresentanti dei comitati di quartiere di portare all’attenzione dell’Amministrazione le istanze dei cittadini. Sono soddisfatto del lavoro svolto dal Consigliere Poli che ha permesso alla maggioranza di raggiungere un obiettivo del mio programma elettorale e ha permesso di vincere una battaglia personale intrapresa quando già ero Consigliere con l’Amministrazione Cacciotti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro, sulla mozione della resistenza antifascista animi accesi in consiglio

FrosinoneToday è in caricamento