rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Colleferro

Regione, Doddi (Idv) a muso duro contro Lena (PD); spieghi la scelta della maternità a Palestrina

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:  "La scelta di depotenziare, con un vero e proprio colpo di mano, un nosocomio efficiente, attrezzato e ben collegato, come quello di Colleferro, a pochi passi dall'autostrada Roma-Napoli, a

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: "La scelta di depotenziare, con un vero e proprio colpo di mano, un nosocomio efficiente, attrezzato e ben collegato, come quello di Colleferro, a pochi passi dall'autostrada Roma-Napoli, a

vantaggio del reparto di ostetricia e neonatologia di Palestrina, merita delle spiegazioni. Noi dell'Idv, partito che fa della trasparenza e della legalità la sua bandiera, chiediamo al presidente della Commissione sanità regionale Rodolfo Lena, già sindaco di Palestrina, le motivazioni di tale insensata e antieconomica scelta, che passa sulla testa dei cittadini per mero interesse di bottega". Così Salvatore Doddi (Idv), segretario regionale Idv Lazio. "I numeri ci danno ragione: infatti, da una statistica della Regione Lazio, effettuata nel periodo 6-31 luglio all'ostetricia e neonatologia di Palestrina, dei 71 parti effettuati 12 risultano di donne della località stessa mentre 9 sono di Colleferro, ospedale sacrificato da chi è in grado di imporre il proprio volere in Regione. La soppressione di un reparto di maternita' importante come quello di Colleferro, non certo con un numero residuale di parti, è stata oggetto di dispute da cortile, per non dire da bacino elettorale. Balza agli occhi anche il dato dei parti cesarei: 30 rispetto ai 71 totali, più del 40% che mette in dubbio l'efficienza della struttura prescelta come `casa madre' principale della Valle del Sacco. L'alta percentuale di partorienti è normale se intorno si crea il deserto" ha concluso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, Doddi (Idv) a muso duro contro Lena (PD); spieghi la scelta della maternità a Palestrina

FrosinoneToday è in caricamento