menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
tick

tick

Regione, Zingaretti, ‘lazio locomotiva d'italia, nel 2015 +41,1% nuovi contratti di lavoro a tempo indeterminato si rafforza ripresa economica: +8.553 imprese registrate (+1,4% prima regione in italia)

Gli ultimi dati economici diffusi indicano un consolidamento della ripresa economica in atto nel 2015 nella regione Lazio. In particolare i dati INPS sul mercato del lavoro evidenziano una fortissima crescita dell’occupazione a tempo indeterminato...

Gli ultimi dati economici diffusi indicano un consolidamento della ripresa economica in atto nel 2015 nella regione Lazio. In particolare i dati INPS sul mercato del lavoro evidenziano una fortissima crescita dell'occupazione a tempo indeterminato. Nei primi nove mesi del 2015 nel Lazio sono stati attivati 152.914 contratti a tempo indeterminato con un aumento del 41,1% rispetto allo stesso periodo del 2014 (cfr. Italia +34,4%). Le trasformazioni di contratti a termine o di apprendistato in contratti a tempo indeterminato sono state 39.005 con un incremento del 23,8% sullo stesso periodo 2014 (Italia +18,1%). Le cessazioni di contratti a tempo indeterminato nel Lazio sono state 124.351 un dato in linea con quello del 2014 (+1,6%, In Italia +2,1%). I contratti totali attivati (compresi anche quelli a termine e di apprendistato) nel Lazio sono stati 484.471 (+10,6% rispetto a gennaio-settembre 2014) a fronte di 415.196 cessazioni (+2,6% rispetto ai primi 9 mesi del 2014). Anche i dati sulla nati-mortalità delle imprese diffusi da Unioncamere confermano i segnali di ripresa dell'attività economica nel 2015. Nei primi 9 mesi sono 8.553 le imprese in più registrate nelle camere di commercio del Lazio, con un tasso di crescita nei 9 mesi dell'1,4% (prima regione per tasso di crescita del numero delle imprese nei 9 mesi). In particolare nel terzo trimestre 2015 (luglio-settembre) il saldo tra iscrizioni e cessazioni nel Lazio è positivo per 3.282 unità con un tasso di crescita di +0,52% (cfr. media Italia +0,33%). Le iscrizioni sono state 8.630 e le cessazioni 5.348. Il Lazio è stata la prima regione per crescita del numero assoluto di imprese nel terzo trimestre 2015.

Lo stock delle imprese laziali raggiunge al 30 settembre 2015 le 634.313 unità, un valore pari al 10,5% del totale nazionale.

"Questi dati, insieme a quelli sull'export (nel Lazio +14,4% nei primi 6 mesi del 2015 rispetto allo stesso periodo del 2014) e al netto miglioramento del clima di fiducia e delle prospettive delle imprese emerso in alcune importanti indagini congiunturali (CNA, Federlazio), ci indicano in maniera molto chiara che la ripresa economica nel Lazio si sta rafforzando e consolidando. Il Lazio - spiega il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti - torna a essere, come nei primi anni 2000, locomotiva del Paese. Questi dati dimostrano che la strategia messa in campo dalla Regione Lazio sta funzionando e che i nostri sforzi e i nostri investimenti per far ripartire il sistema economico e imprenditoriale del Lazio cominciano a dare i risultati sperati. Continuiamo a lavorare duramente affinché nei prossimi anni si possa rendere strutturale la crescita economica. Il Lazio cambia: il miglioramento qualitativo dell'occupazione derivante dalla crescita dei contratti a tempo indeterminato è un dato importante che influisce positivamente sul futuro e sulla qualità della vita dei nostri cittadini".

REGIONE LAZIO: CASA DELLA SALUTE DI TORRENOVA, DA IERI ATTIVA UCP CON 29 MEDICI

"Da ieri 29 medici di medicina generale lavorano insieme all'interno di una Ucp (Unità di cure primarie) presso la Casa della Salute di Via di Tenuta di Torrenova n°138. Per i 43mila cittadini seguiti dal gruppo di professionisti significa poter contare su un'assistenza continuativa dalle ore 10 alle ore 19 dal lunedì al venerdì. La stessa struttura per altro resta aperta 365 giorni l'anno visto che al suo interno opera l'ambulatorio del week end che assicura la presenza di un medico e un infermiere il sabato e la domenica e tutti i giorni festivi.

La Casa della Salute di Torrenova è un esempio avanzato di struttura sanitaria integrata dove lavorano gomito a gomito medici di medicina generale, medici ospedalieri, infermieri e tecnici. L'avvio dell'attività della nuova Ucp si è svolta alla presenza del Dg dell'Azienda, Vitaliano De Salazar e del Presidente dell'Ordine dei Medici di Roma, Roberto Lala. La struttura infatti garantisce servizi per la continuità assistenziale e terapeutica sette giorni su sette; per programmi condivisi di integrazione sociale e sanitaria; al suo interno ci sono unità operative che organizzano e coordinano le risposte ai bisogni complessi e a sostegno dei soggetti fragili e dei loro familiari; sviluppa e cura i rapporti di collaborazione con gli ospedali di riferimento sia per l'interdipendenza tra cure primarie, cure specialistiche e diagnostica strumentale che per la definizione di protocolli per accessi e dimissioni programmate. Inoltre al suo interno trovano spazio il Punto Unico di Accesso (PUA) sociosanitario, le Associazioni di volontariato, l'Ambulatorio di cure primarie, la Centrale operativa unica di assistenza domiciliare aziendale da poco inaugurata. L 'insediamento dei Medici di Medicina Generale fanno della Casa della Salute la pietra angolare del nuovo sistema sanitario regionale".

CASTELLI ROMANI: REGIONE LAZIO APPROVA DELIBERA PER AVVIO DEPURATORE

Con l'approvazione da parte della Giunta regionale della delibera contenente lo schema di Protocollo d'intesa tra Regione Lazio, Acea Ato 2 Spa ed i Comuni di Albano Laziale, Lanuvio, Ariccia, Nemi e Genzano, giunge a conclusione l'iter amministrativo per l'avvio del funzionamento dell'infrastruttura che servirà una vasta aria del territorio dei Castelli romani. Dopo anni di attesa, grazie allo schema di protocollo si potrà procedere alla messa in funzione del nuovo depuratore intercomunale nel Comune di Ardea (loc. Montagnano) e al successivo trasferimento della gestione ad Acea Ato 2 Spa.

"Una delibera decisiva - afferma l'assessore alle Infrastrutture, Politiche abitative e Ambiente della Regione Lazio, Fabio Refrigeri - che giunge a lavori di realizzazione del depuratore ultimati e, attualmente, con l'impianto in fase di avvio e collaudo".

VALLE DEL SACCO: AL VIA CONTRATTO DI FIUME DOMANI AUDIZIONE CONGIUNTA DELLE COMMISSIONI SVILUPPO E AMBIENTE DELLA REGIONE LAZIO ASCOLTATE LE ASSOCIAZIONI DEL TERRITORIO, ENTI LOCALI E L'ASSESSORE REFRIGERI

Fare del fiume Sacco una risorsa per creare sviluppo e lavoro partendo dalla volontà e dalle energie del territorio. A questo servirà il Contratto di Fiume del Sacco che prenderà il via domani, giovedì 12 novembre, con la convocazione congiunta delle commissioni VI (Ambiente) e VIII ( Sviluppo). Ad essere ascoltati saranno l'Assessore all'Ambiente della Regione Lazio Fabio Refrigeri e le associazioni che da anni si occupano di Valle del Sacco come Retuvasa, Legambiente, Laboratorio Comune Alta Valle del Sacco, Res Ciociaria, Osservatorio Peppino Impastato, Anpi Colleferro, Terradolce, Pulliano, UGI, Colle Antico Ceccano, Anagni Viva, Comitati Residente Colleferro, Acqua Pubblica Frosinone e il Coordinamento Sanità Frosinone. L'obiettivo è arrivare entro pochi mesi alla stipula del Contratto, le cui linee guida sono già pronte.

Si tratta di uno strumento innovativo che permette di decidere dal basso e armonizzare tutte le attività e gli interventi legati al bacino del Sacco: dalla gestione del rischio idrogeologico alle attività di green economy, dalla valorizzazione delle aree naturali e dei borghi alla riconversione di industrie abbandonate.

-Da mesi - spiega la Consigliera - lavoriamo gomito a gomito con associazioni e amministrazioni per riscrivere la storia di questa terra con uno strumento già adottato in altre regioni italiane ed europee. Il Contratto di Fiume può rappresentare una risposta concreta al bisogno di cambiamento che la Valle del Sacco aspetta da troppo tempo.

Senza dimenticare gli altri interventi programmati dalla Regione, come la Call for Proposal sul riposizionamento competitivo che destina oltre 70 milioni ai territori.

-L'impegno in questi anni è stato massimo, - conclude Bianchi - ma adesso dobbiamo accelerare con il contributo diretto di Comuni, associazioni, aziende e cittadini. Se saremo bravi e i Comuni della Valle giocheranno fino in fondo questa partita, i primi progetti potranno partire entro il 2016, sostenuti anche dalle risorse della programmazione UE. Con il decisivo supporto del territorio, in pochi anni possiamo trasformare una crisi ambientale in una grande occasione di sviluppo. Così Daniela Bianchi, Consigliera regionale del Lazio, indipendente del gruppo "SEL" e vice-Presidente della Commissione Cultura, componente della Commissione Sviluppo alla Pisana interviene e coordinatrice del tavolo sulla "Valle del Sacco".

LAVORO, PETRANGOLINI: IL LAZIO ESCE DALL'ANGOLO, UN PREMIO PER GLI SFORZI FATTI

"Il Lazio esce dall'angolo. Le buone notizie di oggi sull'aumento dell'occupazione e la nascita di nuove imprese sono il segno della intraprendenza dei cittadini ma anche un premio per gli sforzi compiuti dall'amministrazione regionale". A parlare è Teresa Petrangolini, consigliere regionale del Lazio (gruppo PD).

"I dati dell'Inps - dice Petrangolini - resi noti oggi confermano che il Lazio è una riserva di laboriosità e di innovazione. Con il loro impegno e la loro creatività, i cittadini di questa regione stanno dando un contributo alla ripresa di tutto il paese, in un momento in cui serve davvero ricreare le condizioni per investire nell'economia nazionale. In tal senso, i dati ci parlano di una regione capace di trascinare tutta Italia".

"Come rappresentante delle istituzioni regionali - aggiunge Petrangolini - sono particolarmente contenta perché questo nuovo sprint del Lazio è anche il riconoscimento concreto che tanto è stato fatto per garantire più lavoro per tutti e un ambiente favorevole alla nascita di nuove imprese"

"In questi primi due anni di legislatura - racconta Petrangolini - in un momento di crisi e grandi cambiamenti nel mercato del lavoro, la Regione Lazio riorganizzato i servizi per il lavoro, per renderli più efficaci nell'accompagnare le persone nelle fasi che intercorrono tra un periodo di lavoro e l'altro senza mai lasciarle sole. La Regione ha adottato misure importanti per l'occupazione dei giovani, delle donne e degli under 30: percorsi di formazione per inoccupati e disoccupati, contratto di mestiere, contratto di ricollocazione, conciliazione tempi di vita e di lavoro, sostegno alla maternità e alla paternità, tirocini per disabili, orientamento al lavoro per gli extracomunitari".

"Tutto questo lavoro, insieme con le misure adottate a livello nazionale - conclude Petrangolini - ci fanno guardare con fiducia e ottimismo al futuro. Insomma, come ha spesso detto il Presidente Zingaretti, il Lazio cambia e l'Italia diventa più forte"

Ticket sanitari - Righini (Fdi): 'La nostra battaglia sta dando i suoi frutti.

Rcco l'email del nostro Dipartimento per i cittadini ingiustamente colpiti"

Primi frutti per la battaglia che Fratelli d'Italia sta portando avanti ormai da giorni, al fianco dei tanti cittadini che si sono visti ingiustamente pervenire gli avvisi bonari per il recupero forzoso dei ticket sanitari. Determinante l'azione di Giancarlo Righini, capogruppo regionale del partito che in questi giorni ha messo in piedi un'azione improntata a tutelare chi è stato ingiustamente vessato, sensibilizzando, al contempo, i vertici regionali ad apporre opportuni correttivi ad un provvedimento evidentemente non privo di falle. "Grazie alla nostra azione - premette Righini -, concretizzatasi anche nell'interrogazione protocollata la scorsa settimana, abbiamo raggiunto il risultato di estendere da 30 a 90 giorni il termine per pagare le somme indicate negli avvisi, consentendo così ai cittadini di avere più tempo per verificare la veridicità di quanto richiesto e dimostrare, in caso di ulteriori errori, di non essere nelle condizioni di dover pagare quanto richiesto. Nonostante questo primo risultato - ha aggiunto il capogruppo regionale di Fratelli d'Italia - andremo ulteriormente avanti, col fermo proposito di far chiarezza sull'inammissibilità di certe procedure ed evitare che altri cittadini siano ingiustamente penalizzati".

"Giusto portare avanti un'operazione improntata alla lotta all'evasione fiscale - ha aggiunto in merito Marco Silvestroni, coordinatore provinciale e consigliere metropolitano di Fdi-An -, ma è assolutamente inaccettabile che lo si faccia compiendo errori macroscopici, danneggiando indiscriminatamente chi non ha compiuto alcuna scorrettezza ma, spesso e volentieri, ha già pagato o non era tenuto a farlo".

La conferma di quanto Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale abbia preso a cuore il problema è tutta nelle parole di Cristian Simonetti, responsabile per Fdi-An del dipartimento Politiche sociali del coordinamento della Provincia di Roma. "Grazie alla sensibilità e alla meticolosità del nostro consigliere regionale - ha dichiarato Simonetti - ci siamo subito attivati per mettere in campo ogni iniziativa che desse un sostegno concreto ai tanti cittadini ingiustamente colpiti. Ed è per questo che colgo l'occasione per fornire un indirizzo di posta elettronica a chiunque voglia saperne di più e abbia bisogno di un aiuto per divincolarsi di fronte a quella che ritiene un'ingiustizia. Per fornire quindi un aiuto concreto e gratuito invitiamo pertanto a scriverci all'indirizzo di posta elettronica, opportunamente attivato proprio per far fronte a questa emergenza: controrecuperoticket.fdi@gmail.com".

"Il Dipartimento Politiche sociali del coordinamento della Provincia di Roma di Fdi-An - ha concluso Cristian Simonetti - si mette in questo modo a disposizione di tutti i contribuenti che abbiano ravvisato problematiche. Il passo indietro della Regione rappresenta un innegabile riconoscimento di errore da parte dei vertici regionali, a dimostrazione di quanto la nostra battaglia a tutela degli interessi dei cittadini fosse sacrosanta".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento