menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti: Robilotta (EPI): "su termovalorizzatore di Colleferro silenzio Regione assordante”

L'esponente di Energia per l'Italia denuncia il serio rischio che l'asta per la vendita degli impianti vada a vuoto. Valeriani annuncia il punto sui rifiuti per il 30 maggio

Dopo le dichiarazioni di martedì del sindaco Sanna che abbiamo riportato in questo articolo ed in cui il primo cittadino di Colleferro parla di aria di smobilitazione all'interno degli impianti di Colle Sughero arriva la nota dell'ex assessore regionale ed attuale responsabile per il Lazio di Energie per l'Italia Donato Robilotta

La nota

"E’ grave che il Sindaco di Colleferro Sanna prima abbia impedito con tutti i mezzi il revamping del termovalorizzatore e poi dichiari che l’impianto, fermo da più di anno, risulti ormai in stato di degrado e a suo parere di revamping non se parlerà più. Anzi addirittura fa circolare la notizia che la Regione avrebbe emesso un atto amministrativo per darebbe indicazioni al management di Lazio Ambiente di non far transitare altri mezzi pesanti verso gli inceneritori per questioni di ordine pubblico.ù

Il silenzio di Zingaretti 

E’ ancora più grave che il Presidente della Regione, Nicola Zingaretti, né l’assessore ai rifiuti, Massimiliano Valeriani, che ha poi replicato con un'altra nota che trovate in basso, abbiano sentito il dovere di smentire le dichiarazioni del Sindaco Sanna e soprattutto non abbiano fatto niente per far accedere ai locali degli impianti i camion che trasportavano i ricambi delle caldaie per effettuare il revamping. Non so se il Presidente della Regione e l’assessore si rendono conto che questo loro atteggiamento, insieme alle recenti dichiarazioni sulla inutilità del termovalorizzatore, rischia di far andare deserta la gara bandita dalla Regione per la vendita dell’impianto. Perché, immagino, che nessuno si sogna di comprare un impianto se non sa se lo potrà usare o meno. Tutto questo mentre siamo in emergenza e la Regione cerca impianti di termovalorizzazione in altre regioni o all’estero per portarvi i rifiuti di Roma".

Valeriani: il 30 maggio il punto sui rifiuti

“La Direzione Politiche Ambientali e Ciclo dei Rifiuti della Regione Lazio ha convocato il 30 maggio una riunione con gli uffici tecnici delle Province per l’aggiornamento dei dati sulla produzione dei rifiuti e sul fabbisogno impiantistico all’interno dei cinque ambiti provinciali. Contestualmente all’acquisizione dei valori aggiornati, promuoverò una riunione con le amministrazioni provinciali per condividere i passaggi istituzionali che attesteranno il necessario fabbisogno impiantistico secondo il trend della produzione di rifiuti nei cinque ambiti del Lazio”. Lo dichiara in una nota Massimiliano Valeriani, assessore regionale al Ciclo dei Rifiuti. In particolare – aggiunge Valeriani - per quanto riguarda la Città Metropolitana di Roma, sarà importante verificare se il piano inviatoci alcuni giorni fa dalla competente Direzione Rifiuti verrà confermato dai vertici istituzionali dell’Ente o se al contrario intenderanno apportare delle modifiche. Questi incontri sono propedeutici alla redazione del nuovo Piano regionale dei Rifiuti, che rappresenta una delle priorità dell’Amministrazione Zingaretti: appena adottato in Giunta – conclude Valeriani – il Piano verrà poi portato all’attenzione della competente Commissione e sarà avviato l’iter per arrivare alla sua approvazione in Consiglio regionale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Lazio rischia di tornare in zona arancione dal 17 maggio. Ecco perché

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Mostre

    Veroli, Daimon - mostra d'arte

  • Eventi

    Frosinone, “CicchiAMO”

  • Eventi

    Alla scoperta di Ferentino sconosciuta

  • Eventi

    Ciaspolata su Colle Le Lisce e Monte Cotento

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento