Valle Del SaccoToday

Segni, per 4 giorni ACE Lazio ha messo “la castagna al fuoco” con il Festival della Gastronomia dei Monti Lepini .

E’ stato un grande successo la kermesse del Festival della Gastronomia dei Monti Lepini dove la castagna è stata al centro delle attenzioni per ogni tipo di piatto e si è visto che questo prodotto, che la

segni-una-qualificata-giuria

E’ stato un grande successo la kermesse del Festival della Gastronomia dei Monti Lepini dove la castagna è stata al centro delle attenzioni per ogni tipo di piatto e si è visto che questo prodotto, che la

natura offre, è davvero molto importante per l’uomo. Un’esperimento davvero molto ben riuscito al quale però la città di Segni, dovrebbe dare più partecipazione, perché è un viatico per un nuovo turismo.

La castagna è stata cucinata in mille modi in occasione del Festival della Gastronomia Lepina: spalmata o farcita sulla pizza, inserita nella minestra di verdure, oppure al sugo con “i fregnaquanti” (fini-fini), o ancora nei dolci o nel gelato, insomma veramente per tutti i gusti. E’ questo quanto accaduto nella quattro giorni del festival organizzato dall’ACE Lazio di Marco e Fabrizio Graziosi, titolari del ristorante il Panorama, che hanno messo in campo la loro esperienza e soprattutto il loro locale. Manifestazione patrocinata dall’Amministrazione Comunale di Segni, dalla Regione Lazio, dalla BCC di Roma, dalla XVIII Comunità Montana e dall’Associazione Città del Castagno. E così, nel nome della pizza è stato lanciato dalla rappresentante francese di Monts d’Ardèche la possibilità, in nome del castagno, di fare un gemellaggio. Il primo trofeo di Pizza Internazionale organizzato dal giornalista gastronomico Enrico Bianchini ha visto la partecipazione di 50 pizzaioli proveniente da tutta Europa, sfornare dai tre forni oltre 150 pizze giudicate da qualificati cuochi: Salvatore Tassa, Anthony Andaloro, Giuliano Manzi, dalla preside dell’Istituto Alberghiero di Cave e da personaggi dello spettacolo quali gli attori Massimo Bonetti, Cosimo Rega insieme a diversi giornalisti di Roma. Primo assoluto il francese Cristian Bertinotti. Pizza alla castagna 1) Andrew Grico: 2) Marcello Fotia: 3) exequo Antonio Macera, Mauro Deglischiettini, Francesco Del Ben. Pizza Libera: Federisco Bischi. Pizza del territorio primi: Antonio Macera, Abramo Fini, Francesco Capone e Salvatore Campanella.

7^EDIZIONE MARRONE D’ORO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La manifestazione della 7^ edizione del “Marrone D’oro”, sin dal mattino ha visto la partecipazione degli Istituti Alberghieri di Terracina, Colleferro (privato) Roma e Latina in cucina per un totale di circa 30 cuochi. I ragazzi si sono presentati con i loro insegnanti nell’ampia cucina del ristorante “il Panorama”ed anche qui la Castagna è stata la regina della giornata. Tra i professionisti il Marrone d’Oro è stato assegnato al cuoco Giuliano Iannucci di Segni: 2) Andrea Del Villano; 3)Andrea Carabella. Cat.allievi: 1) Angela Feula collaboratore Riccardo Angelucci (Scuola Alberghiera Filosi - Terracina); 2 - Luca Cavallucci collaboratore Matteo Francasi (Scuola Alberghiera Giovanni Falcone - Colleferro); 3 - Gabriele Duranti (Scuola Alberghiera Domizia Lucilla - Roma). Ospite d’onore l’On. Pietro Sbardella.

OSCAR RISTORAZIONE LAZIALE: Ristorante La Primavera – Ferentino (votata dal WEB). DOLCI E GELATI Questa è stata una gara nazionale voluta dall'associazione Città del Castagno, giunta alla XI edizione, che è stata portata al sud dal rappresentante locale Angelo Mazzocchi, insieme al presidente, ed ha visto la partecipazione di una ventina di cuochi pasticceri italiani che si sono presentati con le più svariate forme di dolci e gelati alla castagna, ovviamente, che una volta sfamava i poveri, oggi invece è per tutti. Anche qui una qualificata giuria di cuochi ha sentenziato per i professionisti la vittoria del Dolce al Cucchiaio di Luca Bernardini con il semifreddo: Mousse ghiacciata alla ricotta di Pecora. 2) Giuliano Iannucci con “la perla dei lepini”: 3)Luca Bernardini con: Gelato alla castagna. Torte e Biscotti : 1) Fratelli Lucchesi che hanno preso il primo posto con Befana alle Castagne e il terzo con il Panettone. Al 2) L’alveare Amici del Castagno con Torta di Giove. Dilettanti: Dolci al cucchiaio 1) Maria Concetta Malfitano con Le delizie del Castagno. 2) Valeria Marucci con il “bicchierino d’autunno”. Torte, Biscotti e Dolci Lievitati: 1 Giulia Forti con crostata di crema ai marroni. 2 Ass. Proloco Montelanico: Crostata con crema ai marroni. 3° Federica Badiali con la ciambella di castagne. I SEGNI DEL GUSTO Il Tutto è partito con lo show cooking tenuto dal cuoco cieco Antony Andaloro che ha preparato i fregnaquanti ( piatto locale fini-fini) al sugo di castagna. Con la cuoca Chiara Gnori ( ABCI) che ha preparato una minestra dietetica di crema di castagne, sotto l’attenta regia di Marco Graziosi. I Segni del Gusto e le tradizioni locali sono stati :“J’appallocco” segnino con pa bruscato i nò bicchiere de Vino. I Fregnaquanti ( fini –fini); Cignale aglio mentò della prata; lo pà sotto e no bicchiere vino: Pà bbruscato co glio pummitoro i caso. Dù calla roste, pizza de pulenta. Infine pizza sbattuta i dolci segnini. I ringraziamente finali: “Sento il dovere di ringraziare, anzitutto i miei collaboratori, Fabrizio Graziosi, Stefania Ludovici (braccio destro e sinistro dell’intera manifestazione) Mauro Salvatori (coordinatore generale), Enrico Bianchini (coordinatore per la Pizza), Simona Graziosi, Franca Canali , Francesco Boccardelli, Maurizio Ferretti, Chiara Fontana, Riccardo Bonanni, Ernesto Pucello, Sara Graziosi, Elisabetta Carabella, Margherita (fotografa ufficiale) e tutto lo staff di sala del ristorante Il Panorama e ABCI Regione Lazio che mi sono stati vicini nei quattro giorni di questa bella iniziativa- ci dice lo chef e padrone di casa Marco Graziosi - gli sponsor grandi e piccoli. Ho voluto questa iniziativa, perché sono innamorato dei prodotti dei monti Lepini che offrono davvero tante cose buone che debbono essere conosciute e valorizzate attraverso la cucina. Questa iniziativa, vorrei portarla in tutti i comuni dei Lepini”. La festa proseguirà anche oggi e domani con il programma della 59^ Sagra del marrone segnino. Domenica 23 alle oe 15,00 ci sarà lo corteo storico della Copeta. Giancarlo Flavi foto di Giancarlo Flavi vietata la riproduzione anche parziale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento