Valle Del SaccoToday

Paliano, consegnati gli attestati ai partecipanti del corso sull'olio della rete d'impresa

La cerimonia all'interno della sala della BCC in pieno centro alla presenza del Sindaco e del presidente della Banca

Sono stati consegnati lunedì sera i diplomi – attestati a coloro che hanno partecipato al corso per assaggiatori di olio d’oliva secondo la metodica Coi, tenuto da Mario Lecce (deceduto poco prima che finisse).

Si punta alla qualità

Un segno concreto che il lavoro che si sta facendo in ambito agricolo va nella direzione giusta. I 30 corsisti, purtroppo non tutti di Paliano, hanno capito che si deve puntare sulla qualità del prodotto e non più sulla quantità anche se le olive Rosciola (qualità superiore) ancora hanno una produzione molto limitata in quanto vengono coltivate da San Vito Romano (provincia di Roma) fino ad Acuto ed è un’oliva veramente particolare che se lavorata con i giusti canoni può dare belle soddisfazioni agli agricoltori.

L'impegno della rete d'impresa

La rete d’impresa “Opera Mista” che è stata la prima a far partire questo corso ci ha creduto e lo ha portato a termine fino alla consegna degli attestati, avvenuta all’interno della sala convegni della BCC di Paliano dove il Sindaco e il presidente della BCC Giulio Capitani hanno consegnato i diplomi ed hanno promesso il loro impegno per il futuro di questa eccellenza. Bella la dichiarazione di una corsista, che ha detto: “io prima non davo una valutazione all’olio perché lo aggiungevo alla cucina senza pensarci troppo. Adesso che conosco le differenze dai vari assaggi ho apprezzato e capito che l’olio è un bene veramente prezioso. Adesso lo amo”.

I corsisti prima di ricevere l’attestato sono stati presso il Frantoio Le Mole (che ha due linee di lavorazione per le olive che debbono essere portate nel frantoio e macinate entro le 24 ore dalla raccolta) a fare l'ultima degustazione. Frantoio che quest’anno è riuscito ad "imbottigliare" la qualità delle rosciola ed è riuscito anche ad ottenere dei preziosi riconoscimenti. E’ giusto puntare alle eccellenze ma ci si deve ricordare che nel nord della Ciociaria già c'è il vino rosso Cesanese del Piglio DOCG che fa parte delle eccellenze italiane e il produttore Giacobbe di Paliano ne è la testimonianza vivente di come si possa produrlo in maniera seria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento