Valle Del Sacco

Muore a 42 anni il fotoreporter Emanuele Zaccagnini

Stroncato da un terribile tumore, era originario dei Castelli Romani ma per alcuni anni ha abitato anche a Labico. Un ragazzo sempre allegro e pronto ad aiutare il prossimo

Se ne è andato senza neanche poter fare l’ultima telefonata con la quale ci aggiornava su tutto quello che gli succedeva intorno. Il giovane operatore del 118 e fotoreporter per passione Emanuele Zaccagnini è morto lunedì in un letto di ospedale a Latina a soli 42 anni, dopo un tumore alla testa che non è riuscito a sconfiggere.

Emanuele originario dei Castelli Romani per diverso tempo fino al 2018 ha abitato anche a Labico in pieno centro storico prima di tornare con la mamma Maria Grazia a vivere a Velletri. Emanuele conosciuto da tutti come “O’Zaccagno”, operatore del 118, radioamatore con la passione per la fotografia e per le notizie, soprattutto di cronaca, era un ragazzo semplice, sempre allegro e spensierato ma sempre pronto ad aiutare il prossimo con il suo modo di fare spensierato e scanzonato e con la sua parlata con la cadenza in romanesco.

Non c’era giorno in cui non ti chiamava per raccontarti qualche notizia di cronaca, molteplici gli episodi che abbiamo vissuto insieme come quello in cui nella tragica mattina del 12 gennaio 2018 capì che era successo qualcosa di grave nei pressi della stazione ferroviaria di Labico. Dopo qualche ora si capì che nella notte c’era stato l’investimento da parte di un treno di passaggio del giovane Valerio Frijia.

Ciao Emanuele, continua a seguirci ed a vigilare su di noi ovunque tu sia in questo triste momento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore a 42 anni il fotoreporter Emanuele Zaccagnini

FrosinoneToday è in caricamento