rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Il lutto

Muore mentre scala la montagna, ecco chi era Gianluca Gasbarri

La morte del giovane fotografo originario di Castel San Pietro Romano ha unito nel dolore diversi comuni dell’area casilina – prenestina a sud di Roma

È morto mentre praticava la sua grande passione di fronte allo sguardo di terrore del suo compagno di cordata. A soli 31 anni Gianluca Gasbarri ha perso la vita nella giornata di domenica mentre scalava il Corno Piccolo del Gran Sasso nel versante teramano.

Gianluca che di professione faceva il fotografo di moda ed il video maker era originario di Castel San Pietro Romano (Rm), piccolo centro subito dopo Palestrina sui monti prenestini. Figlio dell’assessore Maria Rosicarelli, il ragazzo era molto conosciuto in tutta la zona e la sua morte ha unito nel dolore tutti i comuni dell’area a sud della provincia di Roma che hanno espresso cordoglio ai familiari.

Il cordoglio dell'amministrazione comunale 

Gli abitanti della cittadina di Castello, cosi come viene chiamata, sono rimasti sconvolti dalla tragica notizia cosi come il sindaco Giampaolo Nardi quasi coetaneo di Gianluca. “Castel San Pietro Romano ha perso un giovane figlio – si legge in un post sociale dell’amministrazione comunale di Castel San Pietro Romano – ma soprattutto un bravo ragazzo.  Il Sindaco e l’Amministrazione Comunale esprimono cordoglio per la tragica scomparsa del giovane concittadino Gianluca Gasbarri, si stringono con affetto e partecipano al dolore dell’Assessore Maria Rosicarelli e di tutta la Famiglia. Tutta la comunità è invitata a manifestare la partecipazione al dolore attraverso il silenzio e la preghiera in rispetto del triste momento”.

La ricostruzione del drammatico volo

I due escursioni 30enni avevano scelto di percorrere slegati la cresta nord est del Corno Piccolo, seguendo la via che parte dalla Madonnina e prosegue per la cima, ma Gianluca, da quanto ricostruito dai soccorritori, sembrerebbe aver perso la presa ed è volato giù per 50 metri sul versante nord del Corno Piccolo.

Il compagno, primo di cordata, proprio perché era slegato non è finito giù ed è rimasto illeso, ma è in stato di shock per aver assistito al volo e al decesso del compagno. Sono giunti sul luogo dell'incidente i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico ed è decollato da L'Aquila l'elisoccorso, con a bordo i tecnici del Soccorso Alpino e i sanitari, che purtroppo non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell'uomo.

Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri, per sentire il giovane superstite e cercare di ricostruire l'incidente. L'amico che si trovava con lui e che ha fatto scattare l'allarme è stato subito sentito dai carabinieri della stazione di Pietracamela (Teramo), e ha confermato come Gasbarri si trovasse in cordata per raggiungere Corno Piccolo, (2.655 metri) la seconda vetta del Gran Sasso d'Italia. La salma è stata trasferita all'ospedale di Teramo a disposizione dell'autoritò giudiziaria.

Il ricordo degli amici del cinema america

Gianluca che da tempo si era trasferito a Roma per lavoro era molto conosciuto anche in ambito cinematografico. Tocca il ricordo dei ragazzi del cinema america.

“Abbiamo appena saputo della scomparsa di Gianluca Gasbarri che purtroppo ci ha lasciati mentre scalava il Corno Piccolo del Gran Sasso. L’alpinismo era una grande passione assieme alla fotografia, che affrontava con sguardo e passo attenti e rispettosi, degli altri e della natura. Gianluca era delicato, gentile, e prudente, ma purtroppo per tutti coloro i quali amano la montagna, l’imprevisto è un’ incognita, anche per chi come lui ha mosso i primi passi in vetta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore mentre scala la montagna, ecco chi era Gianluca Gasbarri

FrosinoneToday è in caricamento