Valle Del Sacco

La selva di Paliano al comune. I 188 ettari divisi in 38 lotti che andranno a bando

Entro 24 mesi i privati dovranno completare quanto messo nero su bianco

Una concessione trentennale che sa tanto di ritorno al passato di ben 90 anni. La Selva di Paliano, ovviamente per motivi politici, i 188 ettari del pezzo più importante dell’ex Parco Uccelli di proprietà regionale sono finiti in convenzione al Comune di Paliano per 30 anni e sono stati divisi in 38 lotti da cinque ettari circa ognuno che verranno assegnati ai privati che risponderanno ai bandi e che dovranno realizzare il tutto entro massimo 24 mesi da oggi.

La conferenza stampa

Nella conferenza stampa di ieri in comune il sindaco Alfieri alla presenza del capogruppo del PD Mauro Buschini (ex assessore all’ambiente) ha spiegato che con questa cessione si conclude un passaggio iniziato dalla Giunta Marrazzo e completato dalla Polverini che ha acquistato tutto il terreno che poi è diventato Monumento Naturale.

Il nodo del borgo

Di fatto il nodo più spinoso da risolvere resta il “borgo” della Selva che ora è stato affidato al Comune che dovrebbe diventare un luogo di ricezione turistica. Come troveranno la soluzione non è dato a capire anche perché il plesso centrale, che sarebbe l’ex casa colonica dei Ruffo, il piano centrale  del Palazzo, ossia il secondo, è di proprietà della fondazione Ruffo come la chiesetta sottostante. Gli altri casali  tutti andati letteralmente distrutti dove abitavano gli operai che fine faranno? Alcuni di questi dovrebbero diventare  locali per la scuola alberghiera, filiale di Fiuggi  e dovrebbe esserci una nuova  scuola per l’agricoltura però senza proprietà terriera?  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La selva di Paliano al comune. I 188 ettari divisi in 38 lotti che andranno a bando

FrosinoneToday è in caricamento