menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Paliano, Com. Acqua Pubblica; consegnate 1300 firme, ma il passo indietro del Sindaco non ci rassicura

Sabato 1 Agosto durante la festa dell’Unita, il Comitato Acqua Pubblica di Paliano, pur non essendo stato invitato, si è presentato nel bel mezzo del monologo (perché di questo si è trattato e non di un dibattito) ed ha presentato al

Sabato 1 Agosto durante la festa dell'Unita, il Comitato Acqua Pubblica di Paliano, pur non essendo stato invitato, si è presentato nel bel mezzo del monologo (perché di questo si è trattato e non di un dibattito) ed ha presentato al

Sindaco la raccolta di 1300 firme di Cittadini preoccupati per l'eventualità di una probabile cessione della gestione dell'acqua da parte del Comune di Paliano ad ACEA ATO 5.

Nonostante non ci sia sembrato corretto essere costretti a partecipare ad una festa di partito, dal quale non ci sentiamo per nulla rappresentati, pur di avere la possibilità di incontrare il Sindaco, abbiamo portato avanti le nostre ragione e quelle di centinaia di altri cittadini.

Le firme sarebbero state ancora di più se gli amministratori, anziché essere latitanti, avessero dato il buon esempio, firmando anche loro e invitando i loro iscritti a fare altrettanto, se si fossero uniti a noi impegnandosi a divulgare la problematica dell'acqua anche tramite la commissione appositamente istituita che, ad oggi, non ci sembra che abbia prodotto nulla se non accordi politici sottobanco che a noi non interessano.

Ieri come per incanto, l'Amministrazione, con a capo il Sindaco, era pronta ad ascoltarci dopo che fino al giorno prima, lo stesso Sindaco ci ha descritto, in un suo comunicato, come un comitato illegittimo, che ha agito senza contraddittorio, e senza il bene placito dell'Amministrazione.

Oggi possiamo tranquillamente affermare che, grazie a questo comitato la gente è stata informata, anche se, molti cittadini ancora non sanno nulla, perchè fermamente convinti di avere la Verità in mano. Certamente l'Amministrazione non ha fatto niente per informare la gente agendo come se quasi volesse tenere la cosa nascosta.

Non ci sentiamo per nulla rassicurati dopo il colloquio avvenuto ieri con il Sindaco, anzi ci sentiamo ancora di più preoccupati visto il rimandare il tutto a Settembre, da parte del Sindaco, quando ormai i giochi, probabilmente purtroppo saranno fatti.

OGGI bisogna intraprendere azioni concrete,

OGGI bisogna FARE RICORSO AL TAR,

OGGI bisogna informarsi su come poter fare per mantenere l'acqua a Paliano,

OGGI bisogna parlar chiaro ai Cittadini chiedendo anche uno sforzo per adeguare la tariffa purché l'acqua resti a Paliano e non diventi un Business per pochi a svantaggio di molti.

In questi mesi abbiamo conosciuto tanti Comitati Acqua pubblica della provincia di Frosinone, tutti disperati sulle pesantissime bollette ACEA , sulla mancanza di qualsiasi servizio di assistenza, sulla interruzione continua del servizio Idrico, sull'impossibilità di avere interlocutori affidabili; basta chiedere ai nostri cugini di Piglio, Serrone, Anagni per verificare la condizione di disagio che quotidianamente vivono.

Sig. Sindaco non ci tratti come delle bambine alle quali dare una caramella tanto per accontentarci, si dia da fare, non giustifichi la cessione dell'acqua come un obbligo di legge perché LEI SA CHE NON E' COSI', ci sono tanti modi per tenere l'acqua a Paliano basta volerlo, LEI LO VUOLE VERAMENTE? Al di là delle frasi di circostanza, allora produca atti concreti e non chiacchiere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento