Paliano Paliano

Paliano, il saluto di G. Massimi; fare l'assessore un'esperienza molto positiva

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: La conclusione della campagna elettorale è una occasione per fare un bilancio personale e per ringraziare le persone che mi sono state vicine e che hanno creduto in me.

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: La conclusione della campagna elettorale è una occasione per fare un bilancio personale e per ringraziare le persone che mi sono state vicine e che hanno creduto in me.

Avere ricoperto la carica di assessore all'agricoltura e all'urbanistica al Comune di Paliano è stata per me una esperienza molto positiva. Ho vissuto il calore delle persone che rappresentavo ed il piacere nell'operare ogni giorno a servizio dei cittadini. Avrei preferito uscire vincente da questa tornata elettorale perché penso che una lista civica che operi senza riferimenti a partiti politici e quindi senza legami ed obblighi, liberi di decidere e di sbagliare, sia un progetto che includa concetti di qualità e progresso. Sfortunatamente non è andata come speravo, la confusa situazione politica e le difficoltà economiche hanno orientato la popolazione di Paliano verso un cambiamento. A mio parere non è stato un voto"contro" il lavoro fatto dalla passata amministrazione, che certamente ha ben operato con idee e presenza sul territorio, ma un tentativo di ricercare qualche speranza nuova in un momento così difficile per la persona e la famiglia. Devo dire che in questa sconfitta una soddisfazione grande l'ho ricevuta, il lavoro che porto avanti da tanti anni è stato premiatoproprio dal territorio che rappresento, la contrada delle Mole, che mi ha onorato di un amplissimo consenso. Non pensavo di ricevere una tale dimostrazione di affetto e di considerazione; la campagna elettorale è stata brutta, fuori dalle righe. Mi stupiva e mi faceva bollire il sangue sapere che alcune persone tentavano di squalificare la mia immagine e quella della mia famiglia - che brutto questo lato della politica -ed erano proprio quelle persone che sono state mandate via dalle aziende per il loro cattivo operato o persone che non sanno distinguere una bandiera da un pezzo di legno, imprenditori che hanno scelto il cavallo che gli offre maggiori vantaggi o ancora persone che hanno ceduto alla promessa di un posto di lavoro. Chi vive in mezzo alla gente lo sa bene, la delazione e il servilismo non pagano, chi non è credibile non ha voce e il risultato elettorale me lo ha confermato, ho avuto una grande rivincita. E va bene, mettiamoci dietro le spalle il brutto ed il bello. Continuerò ad operare con progetti sul territorio vicino a tutte le persone a cui sono legato e con le quali intendo affrontare nuove sfide. Approfitto per fare i migliori auguri alla nuova amministrazione, di buon lavoro ne abbiamo bisogno tutti e anche di un po' di fortuna. Grazie ancora.

Giancarlo Massimi (ex assessore all'agricoltura ed all'urbanistica)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paliano, il saluto di G. Massimi; fare l'assessore un'esperienza molto positiva

FrosinoneToday è in caricamento