Paliano Paliano

Paliano, la legalità premessa per la crescita e difesa della dignità della persona

Si è svolto all’interno del cinema Esperia di Paliano, il secondo incontro di “Anche Voi Paliano” un progetto politico che nasce dall’idea comune che una politica nuova, libera ed indipendente, può esistere e può essere realizzabile. Questo quanto...

Si è svolto all'interno del cinema Esperia di Paliano, il secondo incontro di "Anche Voi Paliano" un progetto politico che nasce dall'idea comune che una politica nuova, libera ed indipendente, può esistere e può essere realizzabile. Questo quanto scritto nel programma consegnato alla sala di una delle tre liste di sinistra, che dovrebbero essere presenti alle prossime elezioni amministrative.

Molto commovente l'intervento del dottor Dario Vassallo, fratello di Angelo, il sindaco ucciso il 5 settembre 2010, con nove colpi di pistola, proprio perché difendeva la legalità. Non è facile parlare di legalità in queste condizioni - ha chiosato - perché è estremamente difficile. La legalità è una materia che va studiata dalle elementari. In tre anni ho percorso per l'Italia almeno 10.000 km, perché la Legalità è al 1° posto per cambiare l'Italia e per cambiare ci vogliono le preferenze ha chiosato ancora il dr. Mario. Un intervento davvero apprezzato. Anche se la violenza su Angelo deve essere ancora capita perché non si trovano gli assassini - ha aggiunto il Sen. Francesco Ferrante, intervenuto dopo di lui. Nevia Borgia ci sta mettendo la propria faccia per cambiare Paliano e quindi sa bene che significa rapoportarsi con la cosa pubblica. Poi ha chiuso la giornata la professoressa Brachetta.

Elisabetta Romani ha dato lettura di una poesia sulle donne di Dacia Maraini ed ha dato il la a Nevia Borgia, per dare l'inizio del programma della nuova lista che ha "progetti, lavori e nuovi modi di operare che coinvolgono il territorio nella sua totalità. Da una nuova classe politica, che guarda con interesse ai bisogni e al benessere dei suoi cuittadinui. Da una politica spesa al servizio del bene comune, perché siamo fermamente concinti- ha aggiunto la Borgia- che il paese è un patrimonio di tutti e non può essere lasciato alla guida di pochi. Soltanto un modo cieco e stantio di concepire la politica non si accorge delle numerose potenzialità che questo paese possiede e che, se correttamente avviate, possono creare momenti veri di sviluppo sociale e ecosostenibile".

La sala addobbata con le mimose è stato il giusto corollario ad una nuova politica che si affaccia nella città.

GF

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paliano, la legalità premessa per la crescita e difesa della dignità della persona

FrosinoneToday è in caricamento