Valle Del SaccoToday

Paliano, Mov. Civico; Alfieri la smetta di sfilare e risolva i problemi ambientali

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Sabato 9 Aprile , Colleferro, “RIFIUTIAMOLI” , Manifestazione di protesta contro la riaccensione degli inceneritori, il cosiddetto “revamping” previsto dall’art. 35 del Decreto Sblocca Italia di Matteo RENZI e sposata...

1-26

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Sabato 9 Aprile , Colleferro, “RIFIUTIAMOLI” , Manifestazione di protesta contro la riaccensione degli inceneritori, il cosiddetto “revamping” previsto dall’art. 35 del Decreto Sblocca Italia di Matteo RENZI e sposata dalla Regione Lazio con a capo il Presidente ZINGARETTI.

Tante persone animate da uno spirito pacifico ma sincero di partecipazione alla contestazione, persone che credono che manifestare in tanti il proprio dissenso possa contribuire a cambiare le cose. C’eravamo anche noi del Movimento Civico, animati dallo stesso spirito. E poi c’era la sfilata dei sindaci e di qualche assessore, bene attenti a farsi fotografare accanto agli striscioni delle prime file. Politici del PD, nei giorni feriali tifosi sfegatati di Renzi e un po‘ contrari quando conviene.

Molti italiani si sono abituati a queste contraddizioni. Qualcuno, un po’ ingenuo o poco abituato a seguire le azioni dei politici una volta spenti i riflettori, magari crede anche alle loro parole, se ne hanno da dire.

A questa manifestazione ha partecipato anche il sindaco di Paliano,

Alfieri. Lo stesso sindaco che nella sua solita propaganda elettorale

si era posto a capo del coordinamento dei sindaci della Valle Del Sacco,

che sarebbe dovuto servire a contrastare il continuo sversamento di rifiuti presso la discarica di Colle Fagiolara, ormai diventata una vera e propria montagna, oltre che a salvaguardare tutta la valle ormai considerata una pattumiera, coperta da rifiuti e inquinanti di ogni genere oltre che luogo di Inceneritori, centrali a Turbogas, e chi più ne ha più ne metta. Che fine ha fatto questo tavolo? Qualcuno di voi ha saputo più nulla? Quali sono gli atti concreti che questo fantomatico tavolo avrebbe prodotto? Noi diciamo che finora ha prodotto IL NULLA. Ma quando la smetterà questo Sindaco di sfilare e comincerà invece a

produrre atti concreti che lo porteranno ad andare in direzione

opposta rispetto a quello che gli ordina il suo partito almeno in

materia di ambiente? Sarà capace di anteporre gli interessi dei cittadini alla sua carriera politica? Noi siamo assolutamente convinti di no!

Per il problema dell’Acqua abbiamo visto lo stesso atteggiamento: oltre la facciata, le dichiarazioni quasi bellicose lanciate sui social contro Acea... Cos’altro c’è? IL NULLA. E sul Referendum contro le trivelle, che si terrà domenica prossima 17 Aprile, avete sentito qualcosa da questa amministrazione? No, tutti zitti, meglio che non se ne parli, perché RENZI VUOLE LE TRIVELLE!!!

Del resto come può un soldato di partito disobbedire agli ordini dei

propri superiori e ragionare con la propria testa? Come può andare

contro il decreto del suo Presidente Renzi che invece vuole

aumentare gli inceneritori in tutta Italia oltre a riaccendere a

pieno regime quelli di Colleferro? Sono cose già viste, come quando l’allora Ministro dell’Ambiente Orlando nel 2013 venne a Paliano presso il Ristorante Est-Est a sponsorizzare una candidatura provinciale, dalla stessa candidata del PD furono pronunciate dichiarazioni miranti ad esaltare la necessità di far funzionare a pieno regime gli inceneritori della nostra provincia, tutti gli esponenti del PD Locale, attuale Sindaco compreso, presenti alla manifestazione, non dissero nulla.

Suggeriamo noi cosa fare:

1) - Faccia un documento pubblico insieme a tutti i sindaci del

comprensorio intimando al suo presidente Zingaretti di CHIUDERE LA DISCARICA DI COLLE FAGIOLARA, visto che la Comunità Europea l'aveva

fatta chiudere e proprio Zingaretti con un decreto regionale l'ha

fatta riaprire! 2) - Organizzi insieme al suo amico Sindaco di Colleferro Sig. Sanna,

ed ai sindaci della Valle del Sacco una MANIFESTAZIONE SOTTO GLI UFFICI DELLA REGIONE LAZIO per fare pressione al suo presidente Zingaretti affinché non proceda con la riapertura degli inceneritori di

Colleferro! E soprattutto, per evitare di collezionare figuracce, smettetela , voi e i vostri soldatini, una volta per tutte, di gettare fango sull’operato di Sturvi... Pensate, ancora oggi ci capita di incontrare persone che hanno creduto alle vostre chiacchiere, e che però stanno cominciando ad aprire gli occhi.

A noi piace dire la verità: quelli che seguono sono gli ATTI CONCRETI che l'amministrazione Sturvi ha fatto PER L’AMBIENTE dall’inizio del suo mandato. Un sindaco che non recepisce ordini da nessun partito e ragiona solo ed esclusivamente a favore della comunità di Paliano e dei paesi limitrofi, forse ha dato fastidio a qualcuno? Chi lo sa! E ora prendete nota!

1

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Movimento Civico Paliano

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento