Valle Del SaccoToday

Piglio, lo sfogo di un cittadino. Il nostro paese sta “morendo” tra l’indifferenza dell’amministrazione

Una lettera dalla quale trapela amarezza per la situazione in cui si trova il borgo al nord della Ciociaria

In una lettera che abbiamo ricevuto in redazione lo sfogo di un cittadino che vede la sua Piglio, paese al nord della Ciociaria famoso per il suo pregiato vino Cesanese, “morire lentamente”

La lettera

Caro Sindaco, sono un padre, un nonno, un cittadino di Piglio. Ti scrivo per esternare tutta la mia amarezza e delusine per l’indifferenza dell’Amministrazione Comunale da te guidata verso i giovani, futuro della società. I nostri nipoti non hanno spazio per sfogare i propri istinti ricreativi. Abbiamo un giardino pubblico fatiscente ed in pieno degrado e per di più senza alcuna sicurezza. Mancanza di cancello d’ingresso, una sola altalena per i piccoli, l’altra rotta e mai sostituita, scivoli fatiscenti e pericolosi con i fili di acciaio sporgenti, corrimano usurati e scheggiati e la sera il tutto alla mercé di cani e gatti che la fanno da padroni. Con cani di razze ritenute pericolose senza museruola, portati a passeggio lungo il viale del giardino a soddisfare i loro bisogni fisiologico, senza che nessuno intervenga per il rispetto dell’ambiente e della sicurezza dei cittadini

Mancanza di progetti associativi e ricreativi quindi ragazzi costretti a girovagare lungo il paese alla ricerca di spazi o a recarsi nei paesi limitrofi. Il tutto nell’indifferenza cieca e muta dell’Amministrazione Comunale

Le domande

Quindi mi domando: Che cosa sta accadendo nel nostro paese? Dove sta l’Amministrazione? Perché non si colloquia con la parrocchia? Dove sta la Pro –Loco?

Alla “Giravota” tutti i giorni sento dire che il nostro paese è un paese morto, senza futuro. Non posso rassegnarmi a ciò. Per i miei nipoti e per i figli di tutti i cittadini di Piglio c’è bisogno di un impegno proficuo e mirato.

Poi ti voglio parlare del centro storico, “fiore all’occhiello del nostro paese” con le rocce che sporgono negli angoli dei vicoli che vorrebbero parlare, perché hanno molto da raccontare, hanno visto generazioni crescere, hanno sentito tante storie, commenti, hanno assistito a litigi, hanno visto bambini piangere e ridere, hanno visto passare processioni, e invece oggi vivono in solitudine, umiliate dagli escrementi dei piccioni, escrementi che nessuno rimuove.

Ah!! Se potessero parlare,

Ci sono punti del paese con selciati mancanti e deformati che rimane difficile percorrere. Ti invito ad un giro turistico esplorativo affinché tu possa renderti conto in che stato versa il paese

Caro sindaco Mario Felli sono preoccupato di tutto ciò, per i miei nipoti e per i figli di tutti i cittadini di questo paese. Perché vedo svanire ancora una volta di vivere in paese che risponda ai tempi in cui viviamo. Amministrare un paese è impegnativo e responsabile, stare vicino ai cittadini e risolvere i loro problemi è un dovere.

Firmato

Un padre, un nonno un cittadino

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Augusto Oliva

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento