Valle Del SaccoToday

Posta a singhiozzo, cittadini esasperati e sindaci pronti a presentare le denunce

Una situazione veramente difficile nei comuni a Sud di Roma di Carpineto, Gorga, Montelanico, Valmontone, Artena e Labico. La posta arriva con estremo ritardo e monta la protesta

Ricevere la posta e soprattutto le bollette prima della scadenza nelle zone a sud di Roma e nello specifico nei comuni di Carpineto, Gorga, Montelanico, Valmontone, Artena e Labico sta diventando sempre più un miraggio. Una situazione che oramai va avanti da diverso tempo ovvero da quando la società Poste Italiane sta attuando lo schema della consegna a giorni alterni, situazione però che si fa più difficile con lo spostamento di alcuni postini dal CPD (Centro primario distribuzione) di Velletri e con i turni, per i pochi che restano in servizio sempre più massacranti.

L’annuncio della denuncia di Angelini

I cittadini sono inferociti ed anche la politica inizia a muoversi. Felicetto Angelini, sindaco di Artena per primo,  ha annunciato che nei prossimi giorni presenterà alla Procura della Repubblica una denuncia per interruzione di pubblico esercizio: “Questo disservizio – ha dichiarato Angelini  – è scandaloso e intollerabile. La gente si vede staccare acqua o gas o luce senza alcuna colpa per mancato recapito. Per non parlare delle raccomandate e delle scadenze bancarie! Come Sindaco – ho il dovere di difendere i miei concittadini da tale vergogna”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La nota di Giovannoli

Lo ha seguito nelle proteste il primo cittadino di Labico Danilo Giovannoli: “Questa riforma crea seri problemi sia per i lavoratori che per la cittadinanza, se nel primo caso ci troviamo davanti a turni pressoché assurdi a causa del dimezzamento nel settore della posta ordinaria, nel secondo ci imbattiamo in un inevitabile disservizio che comporta seri rischi per i contribuenti. Se le bollette, per non parlare delle raccomandate e delle scadenze bancarie, arrivano in ritardo o, peggio ancora, non arrivano proprio a rimetterci sono i nostri cittadini, che vedranno staccate le utenze senza avere alcuna responsabilità. Tutto questo è chiaramente inammissibile, pertanto auspico una nuova revisione del sistema, fermo restando che sono pronto a tutelare la mia popolazione con ogni mezzo, anche per vie legali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento