Valle Del SaccoToday

Poste nel caos, sindaci della Valle del Sacco a Roma per protestare contro i ritardi

La situazione sta diventando sempre più pesante e questa mattina ci sarà la protesta dei primi cittadini

Qualche settimana fa vi avevamo raccontato dei disagi che stanno subendo i cittadini delle zona sud di Roma dopo la riforma del sistema di consegna delle lettere e dei pacchi che poste italiane sta attuando da qualche mese. In pratica la posta non viene consegnata più ogni giorno, com’era sempre successo in passato, ma ogni 3-4 giorni con le corrispondenze che si accumulano anche per settimane. I cittadini, infuriati, hanno protestato e questa mattina i sindaci del nord della Valle del Sacco (Colleferro, Artena, Valmontone, Labico, Carpineto Romano e Gorga) saranno all’Eur sotto la sede principale per protestare contro questa situazione che sta diventando insostenibile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le parole di Sanna

“Oltre al malessere e le tensioni tra i lavoratori e le lavoratrici precarie di Poste Italiane che da qualche tempo operano con precarietà legalizzata si aggiunge un serio problema legato al recapito della corrispondenza ai cittadini. A tal proposito, con tutti i sindaci – ci dice Pierluigi Sanna primo cittadino di Colleferro - del territorio ci siamo dati appuntamento a Roma presso la sede centrale di Poste Italiane, per protestare in merito ai disagi che si riferiscono alla ricezione e alla spedizione della corrispondenza da parte di Poste Italiane. Il nuovo assetto operativo di Poste Italiane per quel che riguarda la distribuzione della corrispondenza ai cittadini, sta creando notevoli ritardi che hanno come effetto la ricezione da parte dei destinatari di bollette già scadute con la conseguente morosità. A farne le spese non sono soltanto i cittadini ma anche gli addetti allo smistamento e consegna della corrispondenza che si ritrovano a dover lavorare la corrispondenza in arrivo dal centro di zona in maniera confusionaria e fino alle 19.00 della sera”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento