menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti, Nappo: "il buco di bilancio di Minerva causato dalla gestione Sanna"

In un comunicato stampa il consigliere comunale fa il punto della situazione dopo le rivelazioni dei giorni scorsi

Oramai non passa giorno senza che a Colleferro si torni a parlare del consorzio Minerva. Dopo le rivelazioni sul buco di bilancio e le parole dell'amministratore Alessio Ciacci a Frosinonetoday.it il consigliere comunale Riccardo Nappo torna sull'argomento parlando di "fallimento della gestione Sanna".

"In questi giorni abbiamo appreso -  spiega appunto Il consigliere Nappo - da uno scarno comunicato che Minerva, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti a Colleferro e in altri paesi, ha rimosso il direttore generale Ermolli. Ricordo che quest'ultimo è stato scelto dall’attuale amministrazione senza nessuna competenza ed esperienza nell’ambito specifico della gestione dei rifiuti. Abituati alle presentazioni in pompa magna, comunicati fantasmagorici su Facebook (fatti da Comunicatori strapagati), la sordina mantenuta dall’amministrazione colleferrina su questa notizia ci ha fatto pensare e sorridere. Il Direttore in questione è stato cacciato per giustificare che ad un anno di attività, Minerva è stata capace solamente di maturare perdite così ingenti da costringere i Comuni facenti parte del consorzio a ricorrere a una ricapitalizzazione (si parla di 1 milione di euro).

Minerva è una creatura dell’Amministrazione Sanna che di concerto con altri amministratori locali, decise a suo tempo di distruggere Lazio Ambiente dividendo i lavoratori (nessuno ha mai capito il criterio utilizzato),di cui parte confluirono nel nuovo consorzio e in parte rimasero con Lazio Ambiente. Noi da subito esprimemmo in consiglio comunale dei seri dubbi sia sulla scelta del Management, secondo noi senza preparazione specifica sul tema dei rifiuti che sulla consistenza di questa nuova società poiché, senza nessuna base economica e nessun tipo di struttura, non avrebbe avuto modo di mantenersi. Purtroppo nessuno ci ascoltò e fummo facili profeti.

Adesso a noi cittadini toccherà pagare l’incompetenza e il dilettantismo di alcuni personaggi che in questa come in altre occasioni non perdono l’occasione di dimostrarcelo. Ricordo a me stesso le "lezioni" sulle efficienze e sul servizio che doveva produrre Minerva, concetti a me cari per la mia deformazione professionale che mi avevano lasciato un barlume di speranza sulla buona riuscita nel tempo della nuova realtà. Come al solito e come ci hanno abituato, si sono rivelate tutte chiacchiere senza alcuna sostanza. Inoltre mi chiedo il perché del fatto che il Regolamento per l’esercizio del controllo analogo sulla società consortile Minerva non è stato applicato dai Comuni soci, cosa questa estremamente grave. Adesso getteranno la croce addosso ad Ermolli per nascondere le loro incapacità e nel frattempo i cittadini pagheranno. Come mai nessuno dell’Amministrazione Sanna spiega questo fallimento? Credo sia giusto spiegare ai cittadini come vengano spesi i loro soldi.

Ci auguriamo che in tutto questo almeno i lavoratori non saranno costretti a subirne le conseguenze, sarebbe un’altra grande e grave beffa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento