Valle Del SaccoToday

Rifiuti, siamo sicuri che il nuovo impianto di recupero delle materie sia meno inquinante dei termovalorizzatori?

Il tema dell’inquinamento ambientale al centro dell’incontro pubblico che si è tenuto a Paliano in una sala Esperia affollata di gente

Giancarlo Ceci presidente del Comitato Alternativa Sostenibile “demolisce” il nuovo impianto RE. MAT che si vorrebbero costruire al posto dei termovalorizzatori di Colleferro a Colle Sughero perché: “sarà più inquinante degli attuali e perché punta ad un riciclo che produce biogas”, questo quanto emerso in occasione del convegno: “Non si può convivere con una Montagna di Rifiuti” svolto presso l’ex cinema Esperia di Paliano super affollata di gente.

Relatore dell’interessante incontro anche il consigliere regionale del M5S Marco Cacciatore. “Dal 1994 ad oggi i rifiuti sono costati alla comunità ben 105 miliardi una finanziaria Europea. E si sta punto a capo. Non credo alla chiusura della discarica alla fine del 2019 – ha spiegato il presidente della commissione ambiente alla Regione Lazio Cacciatore - perché il partito del PD punta a fare industria con il nuovo riciclo e basta vedere il progetto di Roccasecca,  dove andrà tutto il fos del Lazio, per capire come si svilupperà il tutto”.

La replica a Sanna

Ceci ha poi replicato al giovane sindaco Sanna che lo aveva accolto nei giorni scorsi con un post sui social  definendolo “un anziano di Cave ricco di livore e vanità”. “Io non intendo spaventare i sindaci - ha esordito appunto Ceci-  noi guardiamo solamente il problema al fine di evitare l’inquinamento. Quello che manca a Sanna è la forza della ragione, adesso torna all’antico e vuole riportare la città all’industria, con la quale è stata inquinata la città. La discarica si può evitare, ma non come hanno proposto gli amministratori e Sanna, che vorrebbe far costruire un RE. Mat. Il TMB  non lo hanno voluto per smaltite tutti i rifiuti.  Il Re.Mat  serve al rifiuto di Roma  ed ecco perché prevedono degli impianti modulari”

Ci sono i soldi per la chiusura della discarica?

 “Dove stanno i soldi per il post mortem e per chiudere la discarica? – ha proseguito Ceci – di sicuro la chiuderà per la Regione Lazio, ma forse la chiuderà il sindaco di Colleferro perché nel 2020 ci saranno le elezioni amministrative, ma si tratterà di un bluff elettorale, come è stato per la Selva di Paliano con i terreni consegnati al comune per puro spot partitico partitico”.  

Giancarlo Ceci era stato presentato dalla consigliera comunale del movimento Civico Paola Imperoli che ha evidenziato il fatto che loro in consiglio comunale avevano proposto la moratoria per non far costruire altri impianti di rifiuti nella zona ma il PD ha votato contro per seguire le direttive della Regione Lazio.

In sala erano presenti alcuni cittadini di Albano, Guidonia, Palestrina, che hanno portato le loro lagnanze per lo stesso problema della discarica nei loro paesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Scontro frontale in via Appia, quarantenne muore sul colpo

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento