Lunedì, 20 Settembre 2021
Valle Del Sacco

Segni, il sindaco Boccardelli "salva" grazie al traffico natalizio

Presidente del Consiglio bloccato dalle auto in coda ma qualcuno lo avrebbe avvistato nel parcheggio. La seduta del Consiglio rimandata a dopo Natale

Il sindaco di Segni Maria Assunta Boccardelli "salvata" dal traffico natalizio. Il Consiglio comunale di Segni previsto per questa mattina è stato rimandato alla prossima settimana. La motivazione è da ricercarsi nei disagi dovuti al traffico intenso di questi giorni pre-natalizi. Sarebbe, infatti, questa la ragione per la quale il segretario comunale non è riuscito ad arrivare in tempo per la seduta del Consiglio che, così come previsto da regolamento, non ha potuto aver luogo. Asside posticipata a giovedì 28 dicembre alle ore 17.30 con gli stessi punti all’ordine del giorno:  variazione urgente al bilancio di previsione e risposte ad interrogazioni.

Quelle parole detta a bassa voce

Nell’attesa dell’arrivo del segretario comunale il primo cittadino, a microfoni spenti, rivolgendosi al gruppo Misto ha chiesto: “siete ancora in maggioranza oppure no?”. Sentendosi poi rispondere dal consigliere Alfredo Spigone: “Noi dalla maggioranza siamo stati esclusi…da questa mattina staremo in opposizione”. A seguito di questa affermazione il primo cittadino ha preannunciato le sue dimissioni e che procederà alle consultazioni per poter ricostituire una nuova maggioranza. 

Equilibri scricchiolanti

Se la voce ufficiale del Comune informa dell’assenza del Presidente a causa delle lunghe code festive, occhi indiscreti lo avrebbero invece visto aggirarsi nei pressi del parcheggio per poi rimanere “in pianta stabile” all’interno della propria vettura, forse in attesa di un qualche segnale. Un’ipotesi plausibile che potrebbe trovare una risposta altrettanto probabile se consideriamo l’affermazione di Spigone che denota una rottura degli equilibri. Equilibri già scricchiolanti dopo le clamorose dimissioni dell’assessore al Bilancio Cristina Vittori. Ricordiamo che l’ex assessore aveva lasciato la sua poltrona, rimanendo all'interno dell'amministrazione come consigliere, proprio a causa delle spese inserite nella variazione di bilancio prevista come punto all’ordine del giorno di oggi. Un di più che per la Vittori era stato utilizzato per sagre, nella fattispecie quella del Marrone, “a discapito delle fasce disagiate della popolazione”. Ritracciato per sommi capi il quadro generale ecco che viene un po’ il dubbio su questa presunta assenza/presenza del presidente. L’aver posticipato di una settimana il Consiglio sarà un tentativo di salvarsi in calcio d’angolo cercando di recuperare in questi 7 giorni qualche consigliere passato al di là della barriera?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Segni, il sindaco Boccardelli "salva" grazie al traffico natalizio

FrosinoneToday è in caricamento