Valle Del Sacco

Segni, la Boccardelli replica alla Vittori: “è più facile dare le dimissioni che rispettare gli impegni”

Dopo qualche giorno il primo cittadino fa la prima dichiarazione ufficiale sull’ex assessore al bilancio

A distanza di qualche giorno si torna a parlare delle dimissioni dell’assessore al bilancio del comune di Segni Cristina Vittori. Questa volta è il primo cittadino Maria Assunta Boccardelli a spiegare cosa ha comportato questa decisione dopo che lei stessa l’aveva invitata a ritirarle.

La sagra del marrone la goccia che ha fatto traboccare il vaso

 “Il rispetto delle diversità vige in tutti i campi compreso quello politico. Voglio precisare che il Documento Unico di Programmazione’ raccoglie le programmazioni di tutti gli Assessori in carica; la programmazione economica è di competenza dell’Assessore al Bilancio – dichiara il primo cittadino segnino Boccardelli – La priorità data alla realizzazione della ‘Sagra del Marrone’ non è una scelta superficiale, ma utile a promuovere, con tale evento, la conoscenza del nostro territorio montano, turistico, culturale e la degustazione del nostro prodotto ‘il Marrone’ conosciuto a livello nazionale. E’ da rilevare “che questo anni, 2017, la raccolta è abbondante rispetto al precedente anno, grazie ai numerosi lanci di Torymus (antagonista del cinipide) effettuati da questa Amministrazione per ridare impulso all’economia locale”. 

Dare le dimissioni è più semplice che rispettare agli impegni

Il primo cittadino rasserena i propri cittadini: “Voglio rassicurare tutti che non si dovranno sborsare soldi in più; già questa Giunta a favore dei cittadini non ha aumentato del 30% la Tari e, allora, perché dovrebbe aumentare gli esborsi per qualche migliaio di euro di facile reperibilità? Tra l’altro si sta procedendo alla liquidazione delle fatture relative all’ambito sociale e scolastico.  Vigilare “sulla conformità degli atti, alla legge, e alle regole della corretta Amministrazione è compito di altre figure istituzionali del Comune e non certo delle figure politiche che, pur rispettando le regole, devono rimettere le scelte ai parere dei tecnici responsabili – continua Maria Assunta Boccardelli – Ciò che intendo ancora sottolineare è che: dare le dimissioni è molto più semplice, rispetto all’impegno di affrontare e risolvere le innumerevoli problematiche amministrative, politiche e interpersonali, che in questo difficile periodo storico pervadono tutti gli aspetti della società civile. Per il bene del Paese e dei cittadini resiste alle intemperie politiche. Far commissariare il Comune è la cosa più lineare, ma ritengo che sia un atto di grande vigliaccheria in quanto si lascerebbe il Paese in balia dei provvedimenti tecnici facilmente applicabili, ma che un Sindaco, politicamente, non può né disporli né pienamente condividerli”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Segni, la Boccardelli replica alla Vittori: “è più facile dare le dimissioni che rispettare gli impegni”

FrosinoneToday è in caricamento