menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il parcheggio del supermercato dove è avvenuto l'arresto

Il parcheggio del supermercato dove è avvenuto l'arresto

Segni, minaccia l’ex compagna di spezzarle le gambe, incastrato dalla polizia ed arrestato

È finito nella ore scorse l’incubo di una donna del posto che è stata costretta a denunciare l’ex compagno

Aveva fatto divenatare la vita della compagna un vero e proprio incubo dopo che da qualche mese avevano deciso di separarsi e come se non bastasse l’aveva minacciata pesantemente dicendole: “ti spacco le gambe e ti urino addosso”. Questa brutta storia si è conclusa qualche ora fa con l’arresto dell’uomo in via Milana all’interno del parcheggio del supermercato Conad di via Traiana a Segni (Rm).

Dopo la denuncia presentata dalla donna presso il commissariato di polizia di Colleferro, dove da qualche giorno c'è il nuovo comandate Francesco Mainardi, era partito l’iter investigativo che ha portato all’arresto in flagranza di reato. In particolare, la vittima dopo le recenti festività natalizie, come detto,  aveva deciso di interrompere la relazione sentimentale con il compagno. Questa decisione ha scatenato l’ira dell’uomo che ha iniziato a porre in essere una condotta reiterata, con minacce e molestie in modo da cagionare un perdurante e grave stato di ansia, tale da ingenerare un fondato motivo per l’incolumità della vittima.

Nei giorni scorsi l’uomo ha contattato l’ex compagna e dopo averla insultata pesantemente la minacciava chiedendole la restituzione di 2.000 €, diversamente le avrebbe spezzato le gambe e urinato addosso.

La polizia ha cosi deciso di intervenire appostandosi all’interno del parcheggio riservato ai clienti ‘Conad’, dove la vittima, dopo essere stata munita di apposito registratore e di banconote opportunamente fotocopiate sul lato seriale, ha atteso l’arrivo del suo stalker. Una volta avvistato l’aguzzino intento a ricevere la busta contenente il denaro sono intervenuti i polizotti e lo hanno tratto in arresto.  Per tali motivi l’uomo è stato tratto in arresto e deferito all’Autorità Giudiziaria di Velletri, che ne ha dispoto gli arresti domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento