Valle Del SaccoToday

Valmontone, Zingaretti "aggredito" durante l'inaugurazione di una mensa scolastica

Il presidente durante una visita a due plessi scolastici è stato colto di sorpresa da un gruppo di lavoratori di Lazio Ambiente che lo hanno circondato e aggredito verbalmente

Attimi di tensione per il Presidente Nicola Zingaretti, che durante l’inaugurazione della mensa scolastica della scuola Primaria e dell''Infanzia "San Giovanni" a Valmontone è stato aggredito verbalmente da un gruppo di dipendenti di Lazio Ambiente.

L'inizio di nuovi lavori

Nella mattinata di oggi infatti, il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, accompagnato dal Sindaco Alberto Latini e dalla Dirigente scolastica Antonietta Fusillo, oltre che dal Presidente del consiglio regionale Daniele Leodori e dal consighliere regionale Simone Lupi ha visitato il cantiere dei lavori della scuola Primaria “Madre Teresa di Calcutta” , partiti grazie al finanziamento di 1 milione e 200mila euro da parte della Regione Lazio.  Dopo un quarto di secolo, il plesso scolastico grazie a questo investimento potrà tornare alla sua piena operatività  in seguito al crollo di un intera ala del 1992 che ha interessato 12 aule  che finora sono rimaste chiuse. I lavori sono stati eseguiti approfittando della pausa estiva dalle lezioni.

Tanta tensione nascosta

All'arrivo presso la scuola Primaria e dell’infanzia “San Giovanni” per l'inaugurazione della mensa scolastica, il Presidente Zingaretti è stato accolto da moltissime mamme, alunni e maestre.  Subito dopo il taglio del nastro (come documenta il video) una donna, ha iniziato ad alzare la voce contro  il Presidente. La donna in questione è stata subito bloccata, ma non appena i toni si sono calmati, le è stato consentito di intavolare un dialogo.


Siamo finiti in mano agli strozzini

"Siamo qui in rappresentanza di 400 lavoratori di Lazio Ambiente. - racconta la donna- Veniamo da 6 mesi di cassa integrazione e sono 2 mesi ormai che siamo senza stipendio. Con noi ci sono le nostre famiglie, che patiscono da troppo tempo, non riusciamo a pagare il mutuo nè le bollette  ed alcuni di noi sono dovuti ricorrerre agli strozzini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I debitori sono i Comuni

La causa di tutto questo  - continua - è per noi, e deve esserlo per tutti, inaccettabile perché sono i comuni ad essere debitori verso la società Lazio Ambiente la quale vanta più di 11 milioni di euro di crediti, e nonostante tutte le promesse non è, sostanzialmente, cambiato nulla. Eppure i cittadini le tasse le pagano! Chiediamo a Lei di impegnarsi, senza girarsi dall'altra parte, chiediamo  un impegno concreto e che nemmeno 1 dei 400 dipendenti rimanga senza lavoro o in balia di avvoltoi senza scrupoli"

Il Presidente Zingaretti si difende

Con molta fatica Nicola Zingaretti  riesce a prendere in mano la situazione e prova a dare spiegazione: "Abbiamo disposto in Regione una legge che prevede, in caso di mancato pagamento da parte dei Comuni, che Lazio Ambiente paghi lo stesso i suoi dipendenti. Se i comuni non pagano è normale che la società sia portata al  fallimento. Bisogna trasferire direttamente i pagamenti dei cittadini alla società che offre il servizio. Prima di questo momento il tema sembrava non interessare  a nessuno. Io stesso ho apportato una modifica alla legge che ci permette ora, di non pagare più quei comuni che intascano i soldi delle tasse per i servizi e che ne predispongono l'utilizzo per scopi diversi. Nessuno aveva il coraggio di portare questo problema in consiglio Regionale perché significava mettersi contro i Sindaci e le Amministrazioni, ma io l’ho fatto."

Passati questi attimi di tensione, tenuti lontani il più possibile dalla vista dei bambini, i festeggiamenti sono proseguiti con un gran Buffet.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pontecorvo, speciale elezioni: Anselmo Rotondo resta sindaco (video)

  • Omicidio Willy, tracce organiche nella macchina dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi

  • Coronavirus, l'appello di un fisioterapista positivo: "I miei pazienti facciano attenzione"

  • Coronavirus, impennata di casi di positivi a Colleferro. Ecco cosa è successo

  • Omicidio Willy, lo sfogo del gestore di un locale di Colleferro: “non siamo il cancro di questa città”

  • Referendum, passa il taglio dei parlamentari. In Ciociaria il sì arriva al 75%, ma non ha votato più della metà degli elettori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento