Arce, lo struggente addio a Rudy ucciso insieme ad Antonio dalla negligenza umana

Nel pomeriggio si svolgeranno i funerali del giovane Colantonio, imprenditore morto schiacciato da una quercia mentre in macchina percorreva la Casilina con accanto il suo collaboratore. Le esequie di Russo si terranno invece in provincia di Napoli dov'era nato e cresciuto.

Arce e Sant'Antimo in provincia di Napoli si preparano a dare l'ultimo saluto a Rudy Colantonio e Antonio Russo, i due giovani e sfortunati imprenditori morti schiacciati da un pino mentre, a bordo di una Smart, percorrevano la regionale Casilina in territorio di Castrocielo. L'albero, dal peso di diversi quintali, si è abbattuto sulla citycar senza lasciare via di scampo agli occupanti. Una tragedia annunciata questa e più volte denunciata dal sindaco di Castrocielo Filippo Materiale che nel corso degli anni aveva chiesto all'Astral, l'agenzia regionale che si occupa della manutenzione e dalla messa in sicurezza delle strada del Lazio, l'abbattimento di quegli alberi malati e insicuri.

La tragedia

Rudy e Antonio stava facendo ritorno ad Arce e percorrevano la trafficata arteria quando, forse per il maltempo e le raffiche di vento, la loro auto è stata letteralmente investita dal pino. Il tutto sotto gli occhi allibiti di altri automobilisti e dai passeggeri e l'autista di un bus. Sotto choc chi vive nei pressi e che dopo aver sentito un tonfo e un clacson che suonava insistentemente è uscito fuori ed ha visto la terribile scena. "Abbiamo chiamato i soccorsi ma da quella macchina non arrivava neanche un lamento - spiega chi era di passaggio -. Per poter rimuovere il tronco dal peso di diversi quintali è stato necessario l'arrivo di una gru e ore di lavoro da parte dei Vigili del Fuoco".

L'indagine

La Procura di Cassino ha disposto il sequestro della macchina e l'autopsia sui corpi delle due vittime che si è svolta ieri pomeriggio. Il magistrato Emanuele De Franco, titolare del fascicolo, ha avvia una serie di accertamenti per far piena luce su eventuali responsabilità o negligenze commesse da chi avrebbe dovuto controllare la manutenzione della strada e delle decine di alberi che la costellano. Alberi che nel corso degli anni ha mietuto decine di vittime. Non solo perché caduti ma anche perché chi sbanda si trova davanti un ostacolo che diventa un killer spietato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le immagini della tragedia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore fatale lungo la strada per Montecassino, muore Enio Spirito

  • Pontecorvo, muore giovane finanziere, comunità sotto choc

  • Cassinate, terribile schianto nella notte: grave coppia di fidanzati

  • Cassino, coltello in pugno crea il panico all'ufficio postale (video)

  • Coronavirus, bollettino 27 maggio: risultato positivo un medico della provincia di Frosinone

  • Coronavirus in Ciociaria, bollettino 25 maggio: nessun contagio ma, dopo 8 giorni, un altro decesso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento