menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arpino, fari puntati sull'ex palestra di via Colonna. Iafrate: "Sette anni di nulla"

Un edificio a rischio di crolli e cedimenti. Il consigliere di opposizione tuona: "In questo lasso di tempo nulla è stato fatto per risolvere il problema"

Fra i tanti problemi irrisolti di Arpino resta l'ex palestra di via Colonna. L'edificio ha sempre più un aspetto sinistro, il tetto è quasi del tutto crollato, gli spazi esterni sono accessibili e rischiosi. Ora e solo ora l'amministrazione civica impegna duemila euro per rimuovere i resti delle vetrate in frantumi che da anni minacciano l'incolumità delle persone. Sulla vicenda torna il consigliere di minoranza Mauro Iafrate, che osserva: "Apprezziamo lo 'sforzo' fatto dal Comune, prendiamo atto che interventi della stampa, manifesti, interrogazioni varie circa la pericolosità del sito nel corso degli anni sono stati ignorati dal sindaco e dalla sua maggioranza. Tuttavia, non possiamo fare a meno di sottolineare che l'ex palestra è un edificio a rischio di crolli e cedimenti e nonostante siano trascorsi sette anni nulla è stato fatto per risolvere il problema.

L'affondo di Mauro Iafrate

Non si sa - rammenta Iafrate - che fine abbia fatto la vantaggiosa convenzione stipulata tra Comune e Ater per il recupero dell'intero immobile. Non si sa se e quando verranno completati e consegnati ai legittimi assegnatari i quattro appartamenti già realizzati. Non si sa che fine abbia fatto il progetto di completamento della parte più ampia dell'ex conceria. Come spesso capita - aggiunge Iafrate - di tutto si parla tranne che dei problemi del paese. Le indegne condizioni in cui versa uno degli accessi alla città di Cicerone, per giunta di fronte all'Istituto comprensivo, avrebbero suggerito ben altro atteggiamento ed invece Rea e compagni continuano tranquillamente a sonnecchiare tra una chiacchiera e l'altra". Infine l'esponente dell'opposizione chiude assestando un altro colpo: "Va a finire che ha ragione quel cittadino del Vallone: questa è la peggiore amministrazione di sempre".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Lazio rischia di tornare in zona arancione dal 17 maggio. Ecco perché

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Mostre

    Veroli, Daimon - mostra d'arte

  • Eventi

    Frosinone, “CicchiAMO”

  • Eventi

    Alla scoperta di Ferentino sconosciuta

  • Eventi

    Ciaspolata su Colle Le Lisce e Monte Cotento

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento