menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ceccano, ripresi i lavori al depuratore di via Gaeta

L’ultimazione dell’intervento è fissata per metà ottobre 2020. L’importo dell’opera è di circa 1.700.000 euro

Sono ripresi nei giorni scorsi i lavori per la sistemazione del depuratore di via Gaeta a Ceccano. L’ultimazione dell’intervento è fissata per metà ottobre 2020. L’importo dell’opera è di circa 1.700.000 euro. Un risultato determinante se si pensa che l’opera, finalizzata a garantire un efficiente servizio di depurazione delle acque reflue, è situata all’interno della Valle del Sacco, tristemente nota per il livello di inquinamento ambientale e inserita nell’omonimo Sin (Sito di interesse nazionale) oggetto di risanamento.

Lo stop due anni fa

L’intervento di sistemazione del depuratore era stato bloccato due anni fa a causa proprio delle difficoltà amministrative e burocratiche riscontrate nell’ottenere tutti i necessari benestare, visto che l’area interessata dall’impianto di depurazione ricade sotto numerosi vincoli e tutele regolati da una legislazione che ha subito continui cambiamenti. Va evidenziato come sia stato possibile superare l’impasse solo grazie al forte impegno profuso da Acea Ato 5 e alla preziosa collaborazione fornita dal Comune di Ceccano e, in particolare, dal sindaco Roberto Caligiore, consentendo così di riavviare i lavori. La collaborazione tra Gestore e Ente locale si è dimostrata ancora una volta la formula vincente per centrare gli obiettivi anche più difficili. Acea Ato 5 con questa opera doterà non solo il Comune ma l’intera Valle del Sacco di un impianto più efficiente e performante, capace di contribuire al miglioramento complessivo dell’ambiente.

Intervento a tutela del territorio

“Sono molto soddisfatto della ripresa dei lavori. commenta il primo cittadino di Ceccano - È un intervento molto importante, sia perché finalmente si potrà garantire un servizio di depurazione funzionale agli utenti, sia perché si affronta una questione ambientale importantissima in un’area purtroppo famosa per il livello di inquinamento. L’impegno del Comune è stato massimo per trovare soluzione alle difficoltà tecnico-amministrative incontrate. Ho personalmente e con determinazione seguito la vicenda affinché l’ente trovasse il giusto percorso per sbloccare i lavori”. Dichiarazione del presidente di Acea Ato 5 Stefano Magini: “La ripresa dei lavori è un risultato di estrema importanza per la tutela del territorio. Ringrazio il Sindaco per il supporto mostrato per ottenere le necessarie autorizzazioni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento