menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sora, continue vessazioni da una vicina di casa: 20 famiglie chiedono l'intervento di sindaco e assessore

La segnalazione è stata raccolta dal presidente di Rinascita, Francesco Monorchio: "Tensione alle stelle. Bisogna agire"

Famiglie allo stremo per le continue vessazioni subite da una residente di via Torino a Sora. Una situazione esasperata vissuta da anni da 20 nuclei familiari che più volte hanno denunciato i continui e spiacevoli episodi. Segnalazioni che non hanno condotto ad un'effettiva risoluzione del problema e che ora si sono trasformate in una petizione protocollata presso il comune di Sora rivolta al sindaco Roberto De Donatis e all'assessore ai Servizi Sociali, Veronica Di Ruscio. Della vicenda si è fatto portavoce il presidente dell'Associazione Rinascita-Spazio Identitario, Francesco Monorchio, che fa appello a chi di dovere per mettere la parola fine ad una questione che in futuro potrebbe avere risvolti ben più preoccupanti.

"La situazione di via Torino - spiega - è arrivata ormai ad un punto di non ritorno: sono oltre 20 le famiglie che subiscono, ormai da qualche anno, continue vessazioni da parte di una residente: schiamazzi notturni, lanci di immondizia dal balcone, sputi per le scale e insulti. A nulla sono servite le numerose segnalazioni alle istituzioni cittadine, di pubblica sicurezza nonché di edilizia residenziale pubblica (Ater).
Per queste famiglie è ormai sempre più difficile convivere con l'aggressività e le minacce della donna, evidentemente per nulla spaventata dai frequenti (ma solo momentaneamente risolutivi) interventi delle Forze dell'Ordine.

Non è giusto che così tanti cittadini debbano essere portati all'esasperazione con il rischio, nella peggiore delle ipotesi, di rimanere coinvolti in situazioni spiacevoli. Il problema può essere risolto in un solo modo: aiutando proprio la persona che è la prima vittima di se stessa, così come prevede lo Stato sociale in cui ci troviamo. A tal proposito - conclude Monorchio - è stata protocollata presso il Comune una petizione, sottoscritta dai residenti, rivolta al Sindaco di Sora ed all'Assessore delegato ai servizi sociali. La tensione è ormai tanta e non si può più girare la testa e "rimbalzare" il problema tra Comune, Ater e Forze dell'Ordine: i rappresentanti dei cittadini trovino la più idonea soluzione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Alatri on air festival

  • Eventi

    Ferentino, weekend di Pasqua insieme

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento