Paliano, scarcerato l'autista di scuolabus accusato di aver violentato una disabile

Il giudice a seguito dell'istanza presentata dai due difensori ha accolto la richiesta disponendo come provvedimento restrittivo i domiciliari

Scarcerato l'autista di scuolabus di Paliano accusato di aver violentato sessualmente una disabile. Il giudice ha accolto l'istanza presentata dai difensori Giampiero Vellucci e Massimiliano Necci e ha disposto in attesa del processo che l'uomo  resti ai domiciliari. I due legali hanno chiesto la scarcerazione del loro assistito all’esito di accertamenti di indagine che sono stati chiesti. Gli avvocati hanno chiesto di esaminare due telefoni proprio per vedere se il Gps incorporato in entrambi i cellulari sia compatibile con il racconto della ragazza. Secondo i difensori i due telefoni hanno impegnato  celle telefoniche diverse.

Le indagini

I due avvocati avrebbero presentato poi una corposa documentazione relativa alla vittima. Secondo i legali le condizioni psichiche della 22enne non sarebbero così disastrate come dichiarato dai genitori. "La ragazza - hanno riferito i legali - è stata vista girare tranquillamente per la città senza problemi. A questo da aggiungere che sarebbe in grado di leggere e scrivere i messaggi sul cellulare. Per questo motivo è stata chiesta o presso la commissione Invalidità  la cartella clinica  della ragazza, ciò per verificare l’esatto quoziente di deficit del quale è affetto la giovane".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La denuncia

A far scattare la denuncia  qualche tempo fa proprio la mamma che aveva notato messaggi e foto compromettenti sul telefono della ragazza.  Secondo le accuse L’autista, avrebbe carpito il consenso della 22enne, facendosi inviare foto a luci rosse e a compiere atti sessuali completi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le tolgono i figli, va in Comune e tenta di strangolare l'assistente sociale

  • Manette troppo strette: due agenti di Polizia penitenziaria a processo per lesioni contro un recluso

  • Ciclista ciociaro muore lungo la strada per Forca d'Acero

  • Coronavirus, bollettino 27 giugno: il Covid si riaffaccia in Ciociaria

  • Coronavirus in Ciociaria, bollettino 29 giugno: altro caso positivo da accesso al pronto soccorso

  • Grave incidente in via Casilina: ferito elitrasportato d'urgenza a Roma

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento