Trivigliano, violenza sessuale su una ragazzina di 14 anni, condannato "l'amico di famiglia"

L'uomo dovrà scontare undici anni e otto mesi di carcere, più dovrà versare alla vittima una provvisionale di 50 mila euro.Il pubblico ministero aveva chiesto quindici anni di pena

Undici anni e otto mesi di reclusione pià una provvisvionale di 50 mila euro alla vittima. E' stata questa la sentenza di condanna  che ha emesso ieri  sera il giudice del tribunale di Frosinone Francesco Mancini nei confronti  di C.B. un 51enne di Vico Nel Lazio accusato di aver violentato sessualmente una ragazzina di 14 anni amica della  figlia. L'uomo era  difeso dall'avvocato Giuseppe Dell'Aversano.

Stuprata in un bosco .

La vicenda risale al settembre scorso quando la vittima si trovava proprio a casa del 51enne. La ragazzina che prima abitava nello stesso palazzo  si era trasferita in seguito  con la famiglia a Trivigliano. Ma aveva continuanto ad avere rapporti  con la figlia di questi alla quale era legata da profonda amicizia. Tant'è che la sera dello stupro la 14enne  si trovava nell'abitazione dell'imputato. L'uomo, con la scusa di parlarle di un caso di bullisimo che era avvenuto a scuola l'aveva fatta salire in macchina, poi si era fermato in una zona boschiva molto isolata. E proprio in quel luogo aveva consumato la violenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quel terribile segreto confidato ad una zia

.  La storia dell'abuso  è venuta fuori un paio di giorni dopo,  quando la ragazzina tramite un messaggio telefonico si era confidata con una zia  raccontandole quello che il padre della sua migliore amica le aveva fatto. La  donna aveva subito informato il genitore  che aveva fatto immediatamente scattare la denuncia. "Giustizia  è stata fatta" ha dichiarato il padre della vittima subito dopo aver appreso l'esito della sentenza.  Ringrazio molto i carabinieri che hanno subito  fatto luce su  questa vicenda e i miei avvocati Giampiero Vellucci e Riccardo Masecchia  che si sono presi a cuore il caso della mia bambina ottenendo questo risultato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento