Alatri, sorpreso con un chilo di hashish nell'auto, 42enne ottiene gli arresti domiciliari

L'avvocato difensore Tony Ceccarelli ha chiesto una perizia per accertare il grado di purezza della droga

Arrestato nel giugno scorso perchè viaggiava con una chilo di hashish nell'auto già diviso in panetti, 42enne di Alatri ottiene gli arresti domiciliari. L'avvocato difensore Tony Ceccarelli ha chiesto una perizia per accertare il grado di purezza della droga.

L'analisi dela droga

"Ciò ai fini di una condanna è molto importante in quanto - ha dichiarato il legale - più della quantità sequestrata è importante principio attivo contenuto.  I risultati della perizia verranno depositati tra novanta giorni. Nel frattempo il 42enne detenuto in carcere da più di due mesi ha potuto beneficiare dei domiciliari".

Il fermo

I carabinieri che avevano fermato l’alatrense, già conosciuto alle forze dell’ordine per una sfilza di reati, nel corso della perquisizione domiciliare avevano trovato nascosto nella cavità di un muro della sua abitazione anche 33 grammi di cocaina nonchè bilancini e materiale per il confezionamento della droga. Per il 42enne si erano spalancate le porte del carcere. Dopo  due mesi di detenzione presso la casa circondariale di via Cerreto, l'uomo potrà continuare a scontare la pena all'interno della sua abitazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento