Anagni, bimbo di 6 anni cade a terra e si ferisce gravemente. Elitrasportato in ospedale in codice rosso

In rete monta la protesta. Il consigliere comunale Valeriano Tasca parla di soccorsi arrivati dopo oltre 40 minuti e soprattutto del fatto che al PAT (ex ospedale) non hanno potuto fare nulla

Ultimo giorno di carnevale amaro per un bimbo di Anagni di soli 6 anni. Verso l’ora di pranzo il bambino stava giocando nel popoloso quartiere di San Bartolomeo con altri amici ed è scivolato battendo violentemente la testa a terra.

Le sue condizioni sono parse subito molto gravi in bimbo è rimasto a terra, e da quando raccontano alcuni testimoni, non riusciva a respirare bene. Dopo aver avvisato i soccorsi e dopo il trasferimento al PAT è arrivata un’eliambulanza che ha trasportato il bimbo in codice rosso al Policlinico Gemelli a Roma.

Una situazione che ha scatenato una forte protesta del consigliere comunale Valeriano Tasca che in un post sul suo profilo facebook ha denunciato un ritardo di oltre 40 minuti nell’arrivo dell’ambulanza ed il fatto che al PAT (l’ex ospedale) non hanno potuto fare nulla per lo sfortunato bambino.

Il post amaro sui social

“L'amara e cruda realtà. Oggi un bambino di 6 anni ad Anagni, mentre giocava è scivolato e ha sbattuto la faccia. Il bimbo – scrive appunto Tasca - è stato portato all'inutile PAT di Anagni, dove non esiste più un Punto di Primo Intervento, è stato guardato e le condizioni sono state considerate purtroppo non buone. È stata chiamata l'ambulanza che dopo 40 minuti, ripeto 40 min, non è arrivata. Quella a disposizione della degenza infermieristica invece non si puó usare. Assurdo.

Visto l'aggravarsi della situazione è stato portato presso la pista di atterraggio di Beccidelli e fatto partire con l'elicottero in direzione dei Gemelli. Ragazzi..... Stiamo rischiando la vita tutti i giorni e continuo a vedere sceneggiate e immobilismo da parte della politica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non voglio aggiungere altro perché sono avvelenato e rischio una querela. Solo una cosa rivolta a tutti i sindaci e soprattutto al nostro: le vostre chiacchiere hanno rotto le palle. Muovetevi. Intanto un grande abbraccio al bimbo e speriamo vada tutto bene”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento