Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Scomparso da lunedì, città sotto shock per la morte di Roberto Quadrini

Le ricerche del sessantenne collaboratore scolastico, partite dopo la denuncia dei familiari, si sono concentrate in una zona di periferia di Arpino. Nella mattinata la tragica scoperta del corpo all'interno di un rudere in località Panaccio

Hanno avuto un tristissimo epilogo le ricerche di Roberto Quadrini, il 60enne di Arpino del quale si erano perse le tracce dalla giornata di lunedì 3 maggio. Nella tarda mattinata di oggi il corpo senza vita dell'operatore scolastico è stato rinvenuto all'interno di un rudere in località Panaccio, lungo la Provinciale che collega il paese a quello di Fontana Liri.

A fare la scoperta sono stati i carabinieri unitamente ai volontari della Protezione Civile di Sora ed Arpino che da oramai dodici ore erano impegnati nelle ricerche avviate dopo la denuncia di scomparsa presentata dai familiari. I volontari ed i militari della stazione arpinate hanno notato la macchina di Quadrini nei pressi dell'mattatoio e per questo hanno passato al setaccio l'intera zona anche con l'utilizzo di un drone. La morte di Quadrini ha destato profondo dolore nella comunità arpinate dov'era stimato e ben voluto da tutti. 

Una volta che il medico legale ha effettuato la ricognizione esterna della salma e accertato che non si tratta di morte violenta, il magistrato della Procura di Cassino, ha dato il nulla osta per lo svolgimento dei funerali che dovrebbero essere celebrati nella giornata di domani nella chiesa di San Sossio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scomparso da lunedì, città sotto shock per la morte di Roberto Quadrini

FrosinoneToday è in caricamento